Cassonetti in fiamme a Roma: roghi a Ostia e Portuense, torna l'incubo dei piromani

Fiamme sul Lungomare e in via dei Colli Portuense. Ferrara: "Sono criminali che vanno consegnati alla giustizia"

Torna l'incubo dei piromani a Ostia e a Portuense dove, nella notte, sono stati bruciati alcuni cassonetti. Sul litorale, dopo l'episodio di piazza Anco Marzio di due giorni fa, sono stati bruciati due contenitori Ama davanti l'ex Colonia Vittorio Emanuele III, sul lungomare Paolo Toscanelli.

Un fatto inquietante, visti i precedenti, secondo il consigliere del Movimento 5 Stelle in Campidoglio Paolo Ferrara: "Sono criminali che vanno consegnati alla giustizia. Siamo in una fase di cambiamento che va sostenuta e incoraggiata ma qualcuno prova a destabilizzare e a rendere vano il nostro operato".

"Ancora un atto criminale ai danni dei cittadini. Questa mattina, alcuni balordi hanno dato fuoco ai nuovi cassonetti presenti sul lungomare di Ostia. - ha concluso - Noi non ci scoraggiamo: li contrasteremo con ogni mezzo a nostra disposizione. Sappiano, questi balordi, che non arretreremo di un millimetro".

Nella zona di Portuense lo scenario non cambia. Nella notte un cassonetto Ama è stato bruciato in viale dei Colli Portuensi. Prima ancora, tra venerdì e sabato, un fatto analogo in via Giorgio Pallavicino. Nel quartiere, secondo i residenti, sarebbero stati 7 i cassonetti bruciati in una settimana.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente via Cassia: bus contro un albero, ambulanze sul posto. Ventinove feriti

  • È morto Paco Fabrini a 46 anni in un incidente: da piccolo interpretò il figlio di Tomas Milian

  • Metro A, interventi su scale mobili e ascensori: chiude per tre mesi la fermata Baldo degli Ubaldi

  • Salvini a Roma: in 40mila in piazza per il leader della Lega. Strade chiuse e bus deviati

  • Sciopero generale venerdì 25 ottobre, dai trasporti alla scuola: Roma a rischio caos

  • Federico Tomei morto in un incidente: calcio laziale in lutto per la perdita del 22enne

Torna su
RomaToday è in caricamento