Incendi in città: nuove fiamme e indagini. Doloso quello di Monte Mario

Incendi nei campi nomadi di Tor de' Cenci e Salone e ancora fiamme a Monte Mario. Al via le indagini della procura sulla natura delle fiamme

Si biforca la cronaca degli incendi nella capitale: da un lato la nuova giornata di “fuoco” fatta di roghi e grandi incendi e dall'altro le indagini sulla natura delle fiamme con un primo punto d'arrivo: l'incendio di Monte Mario è doloso.

INCENDI E ROGHI - Mentre si indaga le fiamme continuano ancora a surriscaldare il clima già torrido della capitale. Anche oggi, sono diversi gli incendi che si registrano, così come le zone e i quartieri colpiti.

ROMA BRUCIA A TOR DE' CENCI – Un vasto incendio è divampato nel campo nomadi di Tor de' Cenci. Una vasta colonna di fumo è visibile da diversi quartieri e ha invaso la Pontina. Qui il traffico in direzione Roma è congestionato a causa della riduzione della strada a una sola carreggiata. Sul posto i vigili del fuoco e la protezione civile stanno provando a spegnere le fiamme. Il fumo è visibile dalla Cristoforo Colombo e dall'Eur.

FIAMME IN VIA DI SALONE – Nel campo nomadi di via di Salone, già ieri protagonista di un vasto incendio, continuano a registrarsi nuovi roghi e focolai, probabilmente residui dell'incendio di ieri. La situazione è sotto controllo e l'area è stata posto sotto sequestro.

MONTE MARIO – Qui, per il quinto giorno tornano le fiamme. Anche oggi si sono registrati nuovi focolai che, fortunatamente, sono sotto controllo. Intanto, secondo quanto hanno accertato gli uomini della Forestale, questo incendio sarebbe di natura dolosa.

INDAGINI – Mentre la città continua a registrare roghi, gli inquirenti si interrogano sull'accaduto e per tutta risposta la procura ha aperto un'inchiesta per accertare la natura degli incendi ed eventuali responsabili. “Attendiamo i risultati dell’inchiesta della magistratura e del Corpo forestale dello Stato per conoscere - dice il sindaco Gianni Alemanno - ha fatto molta impressione questa catena di incendi bisogna capire se nasce dalla stagione molto torrida o se c’è qualche strategia dietro questi incendi. Bisogna capire se si è semplicemente trattato di un fatto colposo, e cioè dovuto alla distrazione di qualcuno o se c'è la volontà di distruggere un pezzo di natura per una speculazione. Dalla mia esperienza di ministro dell’Agricoltura ho imparato che non c’è mai l’autocombustione”.


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il Romanzo Criminale di Primavalle: le confessioni di Abbatino e "Accattone" risolvono 4 omicidi

  • Il monopolio di slot machine e scommesse del Re di Roma Nord, smantellato sodalizio dell'ex Banda della Magliana: 38 arresti

  • Salvatore Nicitra, il boss con la pensione d'invalidità: così l'ex della Banda della Magliana è diventato il re di Roma Nord

  • Manifestazione contro i vitalizi, Sardine in piazza e Lazio-Inter: bus deviati e strade chiuse nel week end

  • Amazon a Colleferro, ora è ufficiale. 500 posti di lavoro: ecco come candidarsi

  • Incidente in via Tiburtina, scontro tra camion e auto: morto un uomo. Grave il figlio

Torna su
RomaToday è in caricamento