Immigrazione ed emergenza sanitaria: i vigili scrivono a Marino e Clemente

Dopo la circolare della Questura di Roma, il Sulpl chiede conto a Marino e Clemente delle cautele prese per l'espletamento del servizio. Il segretario Giannini: "Siamo sprovvisti di auto che abbiano il divisorio come le volanti di polizia e carabineri"

C'è paura tra gli agenti della polizia locale di Roma Capitale. L'emergenza immigrazione, e i rischi sanitari da essa derivanti, stanno diffondendo non pochi timori tra i vigili. E' della settimana scorsa la circolare della Questura di Roma rivolta ad alcuni suoi uffici nella quale si evidenzierebbe il rischio da contagio Tbc per gli operatori a contatto con persone sottoposte a fotosegnalamento. Una notizia, diffusa a mezzo stampa, e confermata poi nei giorni successivi (un agente di polizia di stato sarebbe risultato positivo ai controlli, ndr), che ha spinto il Sulpl (Sindacato unitario lavoratori polizia locale) a inviare una richiesta di informazioni al sindaco Ignazio Marino e al Comandante generale del corpo Raffaele Clemente.

RICHIESTA INFORMAZIONI - "Essendo quella del fotosegnalamento un'attività svolta quotidianamente dalla Polizia Locale di Roma Capitale che sovente si trova a trattare persone straniere, anche minori", si legge nella richiesta recapitata venerdì scorso, "e trovandoci in assenza di informazioni rese dal comando del corpo relative alla predisposizione di idonee cautele ed indicazione operative nonostante si sia più volte sollecitata una riunione informativa sull'argomento, torniamo a ricordarle che il personale opera privo di un completo documentato di valutazione dei rischi".

I MINORI - Diverse sono le attività che vedono gli agenti della polizia locale impegnati con gli immigrati. Ad esempio, in base ai numeri forniti dal Sulpl, solo nei primi 15 giorni di luglio, 23 pattuglie sono state impegnate con altrettanti minori (o presunti tali) stranieri da riaccompagnare o semplicemente da prendere in custodia per l'identificazione e l'espletamento delle visite mediche.

Spiega il segretario romano Stefano Giannini. "I numeri si riferiscono ad un particolare servizio del II gruppo Sapienza dove convergono tutti i minori, per lo più egiziani, portati dall'associazione Civico Zero. Si tratta di bambini o ragazzi da identificare e far visitare che noi prendiamo in custodia. Il gruppo in questione chiede aiuto agli altri comandi e le pattuglie per intere giornate sono impegnate in queste attività. Ci è capitato di riaccompagnare bambini ad Isernia. Oppure di dover identificare nuovamente immigrati già fotosegnalati a Lampedusa.

Ma quello della presa in custodia dei minori non è che uno dei servizi. In generale Giannini lamenta la mancanza di informazione e di dotazione per i vigili per questo tipo di servizi. "Siamo praticamente sprovvisti di auto che abbiano il divisorio come le volanti di polizia e carabineri. Fare trasporti di persone in queste condizioni è rischioso sia per gli agenti che per i cittadini stessi"

A CLEMENTE - Il Sulpl ricorda inoltre a Clemente che "il datore di lavoro esegue la valutazione del rischio, sceglie e acquista le misure di prevenzione e protezione, decide le misure organizzative e procedurali da adottare. Il lavoratore invece ha l'obbligo di rispettare le norme di sicurezza, utilizza e o indossare gli appositi dispositivi di protezione e operare nel modo correto".

SOSPENSIONE ATTIVITA' LAVORATIVE - Nella finale della lettera infine il Sulpl spiega che "inviteremo pertanto il personale in perdurante assenza di disposizioni da parte Vostra qualora avesse sospetto della compromissione della propria salute per esposizione a rischio biologico a sospendere immediatamente le attività lavorative".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente via Cassia: bus contro un albero, ambulanze sul posto. Ventinove feriti

  • Weekend a Roma: gli eventi di sabato 19 e domenica 20 ottobre

  • Salvini a Roma: in 40mila in piazza per il leader della Lega. Strade chiuse e bus deviati

  • Sciopero generale venerdì 25 ottobre, dai trasporti alla scuola: Roma a rischio caos

  • Insegue scooterista e lo travolge con l'auto, poi le minacce: "Se non ti ho ammazzato oggi lo farò domani"

  • Il concorso per lavorare in Senato: ecco come candidarsi

Torna su
RomaToday è in caricamento