Giovane immigrato aggredito a colpi di scure nel centro di via Cavaglieri

Venerdì sera, un 29enne eritreo ha colpito con un'ascia un connazionale che viveva nel centro per rifugiati politici alla Romanina. L'aggressore si trova ora nel carcere di Regina Coeli mentre il ferito è stato operato d'urgenza al Policlinico di Tor Vergata

E' stato un venerdì notte movimentato per i rifugiati politici africani di via Arrigo Cavaglieri. Un ragazzo eritreo, di 29 anni, ospite del centro della Romanina ha aggredito un suo connazionale, colpendolo alla testa con una mannaia. Gli altri immigrati presenti nella struttura, appena accorti dell'accaduto, hanno immobilizzato l'autore del gesto e chiamato i soccorsi.

Arrivati sul posto, i carabinieri hanno arrestato il giovane, con alle spalle già qualche precedente penale,che attualmente si trova nel carcere di Regina Coeli. L'aggredito è stato, invece, portato di corsa in ospedale dove è stato sottoposto ad un intervento chirurgico d'urgenza.  I medici non hanno ancora sciolto la prognosi ma il referto parla di un trauma cranico e di una emorragia cerebrale nella regione parieto-occipitale destra.

Non si conoscono ancora le motivazioni che hanno spinto il 29enne eritreo a  commettere tale gesto:  il ferito, si apprende da una nota dei carabinieri, era intento a chiudere una delle aule dell'edificio quando è stato assalito e colpito alla testa. 

“Una notizia terribile” ha commentato a seguito dell'accaduto l' assessore comunale alle Politiche Sociali, Sveva Belviso. “Il luogo dove è avvenuto questo terribile fatto non è un centro di accoglienza – ha specificato l'assessore- ma uno stabile occupato dove da anni vivono nell'illegalità e senza elementi minimi di sicurezza, persone uscite dalle strutture di accoglienza che, invece, avrebbero dovuto accompagnarle in un percorso di integrazione nel tessuto sociale cittadino.”

Quanto avvenuto a via dei Cavaglieri evidenzia ancora una volta il fallimento delle politiche di accoglienza della passata amministrazione – ha proseguito - caratterizzate dalla più assoluta mancanza di progettualita. Stiamo lavorando sin dal nostro insediamento per dare un nuovo volto alle politiche di aiuto a queste persone con una riforma del sistema di accoglienza che prevede una serie di progettualità finalizzate a formare queste persone per poi  inserirle nel mondo del lavoro. Un percorso graduale che accompagnerà i rifugiati ad acquisire  autonomia sociale ed economica e a restituirgli quella dignità per toppo tempo loro negata. Ora l'auspicio – ha concluso Sveva Belviso - è che le condizioni del ragazzo ora ricoverato al Policlinico di Tor Vergata in prognosi riservata possano migliorare al più presto".

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • Avatar anonimo di alemanno svegliateeeee caccia le cosidette PALLE!!!
    alemanno svegliateeeee caccia le cosidette PALLE!!!

    ci sono popolazioni di italiani senza un tetto che stanno combattendo per una casa invece questi extracomunitari si divertono ad ammazzarzi tra loro perchè al loro paese è una cosa normale e qualunque immigrati clandestino e non , che viene qui in ITALIA fà ciò che vuole perchè le nostre leggi di XXXYXYa glielo consentono di fare; lo Stato si vergognasse in Primis, ma poi subentrano le associazioni in difesa per tutelare questi "animali da guerra" cercando loro un dialogo; ma di cosa vogliamo parlare...della solita vergogna che qui a Roma come in altre grandi Città siamo infestati da stranieri dappertutto e polizia da nessuna parte per una maggiore sicurezza del cittadino Italiano sceso in secondo piano!!! che schifo davvero!!!Tra un pò di anni saremo noi gli stranieri di un popolo che ambiva in un paese moderno e riqualificativo!!!

Notizie di oggi

  • Politica

    Raggi prova a ripartire e convoca i minisindaci: "Non sapevo niente, avanti compatti"

  • Cronaca

    Follia fra Termini e via Cavour: prima la rapina poi con una pala minaccia i passanti

  • Cronaca

    Roma blindata, c'è il presidente della Cina. Strade chiuse al Centro e Parioli

  • Corviale

    Crisi Municipio XI, l'ex consigliera grillina rompe gli indugi: "Voto la sfiducia"

I più letti della settimana

  • Presidente cinese a Roma: dal 21 marzo strade chiuse e una doppia 'green zone'

  • Barberini: la scala mobile si accartoccia, scene di panico. Chiusa la stazione. Il racconto di un testimone

  • Ciclista morto sui binari del tram: addio a Valerio Nobili, medico luminare del Bambino Gesù

  • Borghesiana: sorpasso azzardato con l'auto rubata, cinque feriti. Tre sono gravi

  • Ora legale nel 2019: quando spostare le lancette

  • Tragedia a Largo Preneste: è morto Umberto Ranieri. Chi lo ha colpito con un pugno? Il punto sulle indagini

Torna su
RomaToday è in caricamento