venerdì, 19 settembre 20℃

Incubo guano sulle strade: "Pericolo incidenti". A breve intervento del Comune

Strade piene di escrementi di storni, gli uccelli migratori che affollano i platani sul Lungotevere. Codacons: "Un'emergenza, rischio incidenti stradali"

Redazione 15 novembre 2013
12

Una patina scivolosa, quasi saponata, sulle strade del Lungotevere. Il guano degli storni, gli uccelli che affollano d'autunno gli alberi sul fiume, sta diventando un'emergenza. Ci ha dedicato un articolo anche il Guardian: Roma, la città ricoperta di escrementi. Il problema principale, oltre al fetore insopportabile e alla pioggia di escrementi che quasi costringe a munirsi di ombrello, sono gli incidenti stradali. A rischio soprattutto moto e scooter, come fa notare il Codacons. 

"Il guano rende le strade estremamente pericolose specie per i motociclisti, provocando cadute e sinistri. Il fenomeno riguarda soprattutto le strade ai cui lati vi sono alberi in grado di attirare stormi di uccelli migratori, che con le loro feci rendono l’asfalto scivoloso come saponette e provocano cadute per i centauri".

"Il Lungotevere – spiega l’associazione – è l’arteria più colpita, ma anche il quartiere Prati e Testaccio presentano lo stesso problema. E al guano degli uccelli, con l’arrivo dell’autunno, si aggiunge ora anche il pericolo rappresentato dalle foglie bagnate sui marciapiedi, che ogni anno determinano cadute a terra a danno dei pedoni e un incremento di accessi ai pronto soccorso della capitale per i conseguenti traumi". 

“Chiediamo al Comune di Roma di istituire una apposita task force in città, che abbia il compito di intervenire con celerità nelle situazioni più critiche, ripulendo l’asfalto o chiudendo le strade nei casi di maggior pericolo, e rimuovendo le foglie che stazionano sui marciapiedi – afferma il Presidente Carlo Rienzi – In tal modo è possibile da un lato tutelare l’incolumità di motociclisti e cittadini, dall’altro evitare all’amministrazione pesanti cause risarcitorie che non gioverebbero certo alle casse della capitale”.

A quanto pare l'appello è servito perché l'assessore all'Ambiente, Estella Marino, ha comunicato che nei prossimi giorni partirà la Campagna di allontanamento storni 2013 – 2014. 

E intanto - si legge sul sito del Comune di Roma - è già stata data disposizione ad Ama di potenziare il servizio di spazzamento e lavaggio per la rimozione del guano prodotto dagli storni e si stanno effettuando interventi giornalieri sui tratti del Lungotevere interessati dal fenomeno. 

Annuncio promozionale

Al lavoro già quindici operatori con quattro spazzatrici con agevolatore idraulico, tre mezzi lavastrade e un mezzo a vasca per la raccolta dei rifiuti, principalmente rami caduti.
 
"Come noto il Piano Storni dal 2005 al 2010 è stato affidato - ha precisato l’Assessore - dall’Amministrazione Comunale alla Lipu. Il Piano comprendeva anche il sistema di allontanamento storni tramite dissuasori acustici, messo a punto dal Dipartimento Tutela Ambientale e affidato alla società Fauna Urbis. Dal 2011 al 2012 l’Amministrazione ha incaricato direttamente dell’intervento gli operatori specializzati della Fauna Urbis. Per l’anno 2013 non era stato rinnovato alcun affidamento.
 
Nonostante la carenza di fondi in Bilancio, abbiamo reperito le risorse necessarie per far partire la Campagna predisposta dal Dipartimento Tutela Ambientale del Verde e affidata alla stessa società Fauna Urbis. Il sistema consiste nell’attivazione di dissuasori acustici che utilizzano il ‘distress call’, noto come grido d’angoscia dello storno, che entrerà in funzione al tramonto, quando gli uccelli tornano in città dalle campagne e trovano rifugio sui platani del Lungotevere, da dove – prosegue Estella Marino – inizieranno i primi interventi, con il supporto di Ama che provvederà alla pulizia dell’area interessata".

12 Commenti

Feed
  • Avatar di marco

    marco Come al solio i commenti dei sliti disinformati esplodono....la cornacchia è cacciabilissima, però non mi sembra che sia diminuita, i piccioni non sono cacciabli come le galline in quanto fauna domestica, gli storni sono protetti in alcune regioni perchè insettivori.
    Di cosa stiamo parlando?

    il 15 novembre del 2013
    • Avatar di Marco

      Marco

      Come al solio i commenti dei sliti disinformati esplodono....la cornacchia è cacciabilissima, però non mi sembra che sia diminuita, i piccioni non sono cacciabli come le galline in quanto fauna domestica, gli storni sono protetti in alcune regioni perchè insettivori.
      Di cosa stiamo parlando?


      Sto parlando dell'xxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxità di alcune leggi Italiane e di alcune persone come te che si farebbero sommergere di letame fino al collo e che si metterebbero in salone a giocare con un piccione pur di non ammettere che a volte l'abbattimento controllato di alcune specie è l'unico rimedio ...
      E per concludere la cornacchia grigia rimane un animale protetto nel Lazio è cacciabile in deroga in periodi molto ristretti di 15/30 gg a seconda delle situazioni .. E nonostante tutto non mi sembra di notare sciami di cornacchie patinare di sterco Roma centro e dintorni ... Qui mesà che l'unico disinformato sei tu .

      il 15 novembre del 2013
      • Avatar di marco

        marco La cornacchia, oltre che in deroga, è cacciabile dal 2 ottobre 2013 al 30 gennaio 201 quindi protetto de che?
        Quindi hai toppato.
        Se pensi che fare contenti i cacciatori inserendo lo storno nel calendario serva a qualcosa, provate a farlo, ma anche laddove è cacciabile non cambia nulla.
        In ultimo visto che mi dai dell'xxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxe, vuoi mettere la soddisfazione di sapere che gli stoni cacano in testa a belle persone come te? Solo questo varrebbe la protezione...

        il 18 novembre del 2013
        • Avatar di Marco

          Marco ma falla finita che te non sai nemmeno cosa sia uno storno una cornacchia o un cacciatore ... far legiferare chi non ha gli strumenti per farlo crea solo dei grossi problemi ... e i rimedi alternativi ai problemi non risolti significa creare solo ulteriori problemi e spreco di fondi ...
          mo tu dimmi cosa risolve il mettere 5 operatori a spalare m3erda oggi ... e domani? e dopodomani? dopodomani ancora??
          se avessimo preso spunto da Regioni confinanti la nostra come Umbria e Toscana forse oggi le cose sarebbero migliori e sicuramente i monumenti di roma sarebbero avorio e non marroni...

          il 19 novembre del 2013
          • Avatar di marco

            marco bello questo dialogo, sei disinformato, spari scemenze e sai solo insultare. Non riesci proprio ad argomentare senza insultare?
            Ah, j caito...sei un cacciatore e difendi la categoria a prescindere, allora il discorso è chiuso, non vale la pena....

            il 19 novembre del 2013
            • Avatar di Marco

              Marco

              bello questo dialogo, sei disinformato, spari scemenze e sai solo insultare. Non riesci proprio ad argomentare senza insultare?
              Ah, j caito...sei un cacciatore e difendi la categoria a prescindere, allora il discorso è chiuso, non vale la pena....


              dai su nessuno ti sta insultando altrimenti mi avrebbero bannato ....

              il 20 novembre del 2013
  • Avatar di Marco

    Marco ...task force??
    ...fondi???
    ...dissuasori acustici??
    siamo proprio in Italia il paese delle contraddizioni!!!
    circa 9 anni fa usci in italia una legge venatoria che vietava la caccia a cornacchie, piccioni e storni mentre nel resto del mondo paesi all'avanguardia e molti più civili del nostro come stati uniti, canada e mezza europa si tutelavano inserendo il PEST CONTROL ovvero il controllo mediante ABBATTIMENTO di specie animali deleterie come piccioni storni e cornacchie la quale riproduzione appare incontrollata e incontrollabile ...
    specie migratorie che per via del cambiamento del clima diventano via via sempre più stanziali!
    metodi quali avvisi acustici, finti falchi sono efficaci il 1° giorno dopodichè i suddetti uccelli mangiano la foglia e se ne infischiano.
    per me passare per viale delle milizie intorno alle 17/18 è più pericoloso che percorrere il GRA contromano!
    quindi perchè sprecare fondi preziosi per qualcosa di inutile e inefficace???
    ogni cittadino potrebbe invece essere una risorsa fondamentale per risolvere il problema!!

    il 15 novembre del 2013
  • Avatar di Patmafy

    Patmafy C'e sempre carenza quando di tratta di fondi per l'incolumità e la sicurezza dei romani...ma poi si sta dietro alle stupidaggini..tipo gli affidi ai gay...le unioni strane per deleggittimare le famiglie normali e dare visibilità a personaggi tipo la Imma Battaglia.....peccano che non si pensa piu alla famiglia, ai figli, ai servizi, alla sicurezza cittadina.....Povera povera povera Roma.......ma il Sindaco è gia in testa alle classifiche di gradiente gay....

    il 15 novembre del 2013
    • Avatar di David

      David Mi devi spiegare cosa cambia alla tua vita o a quella dei tuoi figli se i gay possono sposarsi.......e te lo dico da etero. Ipocriti.

      il 15 novembre del 2013
      • Avatar di Patmafy

        Patmafy cambia che vivono in un mondo piu sano.....con principi morali e santi.....che non cambia le regole di Dio e soprattutto che non abbiano a imitare certe tendenze...sempre nel rispetto di tutti ...e che non abbiano il delirio della onnipotenza che è quello dal quale scaturiscono questi malcostumi...e che sappiano rispondere alla questio che tutti oggi si fanno.... ossia che male c'è? La sapienza di certe scelte si vede alla fine....

        il 15 novembre del 2013
        • Avatar di David

          David mondo più sano? regole di Dio? Imitare certe tendenze? Stiamo nel 2000 e ancora queste cose tocca sentire.....Quasi tutta l'Europa consente le unioni fra coppie dello stesso sesso e non mi pare che stanno allo sfascio o sono "diventati " tutti gay o lesbiche...ANZI...credo che sono paesi che culturalmente stanno aventi mille anni davanti a noi.

          il 16 novembre del 2013
    • Avatar di fio

      fio che c'entrano i gay? allora parliamo del problema prostituzione e dei 20 euro che ancora devo alla tua capace genitrice, no?

      il 15 novembre del 2013