Rifiuti ospedalieri galleggianti a Ponte Malnome: assolto l'ex direttore Ama Fiscon

Assolto con formula piena perché "il fatto non sussite"

ANSA/MASSIMO PERCOSSI

Assolto con formula piena perché "il fatto non sussite". E' questo l'esito del processo a carico dell'ex direttore di Ama, Giovanni Fiscon, imputato per getto pericoloso di cose in merito allo sversamento di rifiuti speciali ospedalieri. I fatti risalgono tra gennaio e febbraio 2014, in seguito allo straripamento del Rio Galeria, nella zona di Malagrotta. A causa delle forti piogge, 
affiorarono nei pressi dello stabilimento Ama di Ponte Malnome sacche per il sangue da impiegare in trasfusioni, siringhe e altro materiale. La sentenza è stata emessa dal giudice Renato Orfanelli.

Soddisfatto il difensore di Fiscon, l'avvocato Salvatore Sciullo. "Abbiamo chiarito che tutti gli accorgimenti necessari erano stati presi dall'Ama. Inoltre - sottolinea il legale - nulla poteva di 
fronte a una calamità naturale di carattere eccezionale. Abbiamo inoltre dimostrato che non vi è stata alcuna contaminazione". 

I fatti - Deposito Ama invaso dall'acqua

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sul Raccordo Anulare, scontro tra auto e moto: morti due giovani di 27 e 20 anni

  • Sciopero, a Roma lunedì 16 settembre a rischio i bus in periferia

  • Morto in un incidente sulla Tangenziale est, sbalzato dalla Smart e investito da un pullman

  • Weekend a Roma: gli eventi di sabato 14 e domenica 15 settembre

  • La Lazio e la passione per le moto: Finocchio e Borghesiana piangono Daniele, il giovane morto in un incidente stradale

  • Ragazza impiccata al parco giochi, il ritrovamento dopo una notte di ricerche. Il racconto del custode

Torna su
RomaToday è in caricamento