A Ostia si torna a sparare: scena da Suburra davanti ad un supemercato pieno di gente

Gli spari alle 12 in via Cagni. La vittima Massimo Cardoni, portata all'ospedale Grassi di Ostia, ha precedenti per spaccio. Nel 2011, lì vicino, furono freddati Giovanni Galleoni detto Baffichio e Franco Antonini detto Sorcanera

Pistole in pugno, camminata decisa e sguardo fermo. Poi due spari davanti al supermercato Conad di via Umberto Cagni. Le grida e un uomo, Massimo Cardoni di 47 anni, a terra, accasciato, sanguinante, davanti al civico 24. Infine il rombo di uno scooter e la fuga. Il tempo ad Ostia si ferma, i ricordi tornano a scene già viste e la paura prende il sopravvento. 

COME SUBURRA - Si torna a sparare in strada. In pieno giorno, alle 12. Davanti a tanti testimoni, come se fosse la cosa più naturale del mondo. Scene che, a molti, hanno ricordato il film Suburra. Ma questa a volta a sparare non c'erano gli Anacleti contro il Numero 8, i criminali nella pellicola di Stefano Sollima. Questa volta, ancora una volta ad Ostia Nuova, i proiettili sono veri. 

INDAGINI IN CORSO - Secondo alcuni testimoni che hanno udito due spari, l'attentatore dopo aver colpito Cardoni ad entrambe le gambe davanti al supermercato Conad, sarebbe poi fuggito via in sella ad uno scooter, a tutta velocità, con l'aiuto di un complice. I visi di entrambi erano coperti da caschi e bandana. Sul posto i carabinieri di Ostia coordinati dal capitano Paolo Del Giacomo, il Nucleo Radiomobile e la polizia del commissariato del Lido che hanno avviato le indagini.

PAURA NEL QUARTIERE - In strada nessuno racconta i fatti, ma tutti parlano. Si scambiano confidenze, timori ed episodi vissuti al supermercato o al bar, quasi per darsi conforto. "Lunedì abbiamo subito una rapina. Pensavamo sarebbe finita male. La mia collega era paralizzata e così il ladro è dovuto scappare con tutta la cassa", racconta una dipendente del Conad di via Cagni. "Qui tocca annà 'ngiro cor giubbotto anti proiettili", dice un signore in fila per pagare la spesa. 

LA ZONA - Quella di Ostia Nuova è una realtà particolare. Ci sono tante famiglie, moltissimi bambini. Le case popolari di via Marino Fasan, piazza Lorenzo Gasparri, le macerie dell'ormai ex Skate Park, la palestra degli Spada balzata agli onori della cronaca e soprattutto via Antonio Forni, che fa angolo proprio con via Cagni. Lì, il 22 novembre 2011, furono colpiti a morte Giovanni 'Baficchio' Galleoni e Franco 'Sorcanera' Antonini. A pochi metri dall'attentato di oggi 22 ottobre 2015. Quasi quattro anni dopo. 

IL POTERE - Secondo gli inquirenti la pista della faida tra fazioni non è da escludere. Cardoni è stato colpito da distanza ravvicinata eppure i colpi hanno raggiunto le gambe. Poteva essere ucciso, ma così non è stato. Un avvertimento in piena regola quindi, un messaggio recapitato in pieno giorno e davanti all'intero quartiere. Un segnale di forza che a sentire le voci della gente ha colpito nel segno. "Avrà fatto 'o scemo e quarcuno s'è girato", dice un ragazzo a mezza bocca. "Macché è un regolamento di conti", si fa scappare un altro. La vittima ha precedenti per spaccio ed è conosciuto alle forze dell'ordine. Il 47enne, soccorso, è stato trasportato all'ospedale Grassi di Ostia e non sarebbe in pericolo di vita. 

Lo scenario, se si fa un passo indietro, diventa ancora più inquietante. Solamente 20 giorni fa Don Carmine Fasciani, capo del clan che per anni ha comandato sul litorale romano, è stato condannato in primo grado. Insieme a lui altri 11 prestanome, tutti arrestati durante l'operazione Tramonto dello scorso 4 marzo 2014. Condanne che si riferiscono ad un processo basato sul 416 bis, ossia l'associazione a delinquere di  stampo mafioso. Colpi, duri, che hanno scombassulato le carte negli equilibri malavitosi di Ostia.
 
 

Potrebbe interessarti

  • Imprenditrice cinese spende undici milioni di euro per una villa a due passi da Villa Borghese

  • Bonus idrico: cos'è e chi può usufruirne

  • Centrifughe e frullati: eccone 8 da provare nell'estate romana

  • Sos pancia gonfia, cause e rimedi per combatterla

I più letti della settimana

  • Condomini aspettano i ladri sul terrazzo, li bloccano nel palazzo e li consegnano alla polizia

  • Incidente a Primavalle: si ribalta con la Porsche e scappa lasciando donna agonizzante in auto

  • Sciopero a Roma: mercoledì 24 luglio a rischio bus, metro e tram. Gli orari

  • Blindati della polizia alla scuola di via Cardinal Capranica: notte d'assedio, in mattinata lo sgombero

  • Roma, incendio in via Appia Nuova: brucia autodemolitore, alta colonna di fumo nero in cielo

  • Metro A, nel week end chiude la tratta tra Colli Albani e Anagnina

Torna su
RomaToday è in caricamento