Capannelle: rubano reperti in scavi archeologici, fermati tombaroli

In manette due ladri. I malintenzionati sono stati sorpresi mentre stavano rubando in un parco archeologico in via del Casale Ferranti all'angolo con via Lucrezia Romana

Sono stati sorpresi a rubare in uno scavo archeologico a Capannelle. Due tombaroli di 38 e 32 anni italiani, disoccupati e con precedenti, sono stati arrestati dai Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia Casilina e da quelli della Stazione Roma Appia.

Furto e impossessamento di beni culturali è il reato a loro contestato. I due sono stati sorpresi mentre stavano appunto rubando in un parco archeologico in via del Casale Ferranti all'angolo con via Lucrezia Romana. Nell'area, di proprietà privata, sono presenti scavi a cielo aperto per sistemare la zona e renderla fruibile a tutti.

I due avevano già riempito due cassette con frammenti di arredi funerari. I due sono stati trovati in possesso anche di arnesi utilizzati per scavare. Per loro è previsto il rito direttissimo, questa mattina, presso le aule di piazzale Clodio.

ECCO IL VIDEO 

droga smart1-3

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente via Cassia: bus contro un albero, ambulanze sul posto. Ventinove feriti

  • È morto Paco Fabrini a 46 anni in un incidente: da piccolo interpretò il figlio di Tomas Milian

  • Salvini a Roma: in 40mila in piazza per il leader della Lega. Strade chiuse e bus deviati

  • Weekend a Roma: gli eventi di sabato 19 e domenica 20 ottobre

  • Sciopero generale venerdì 25 ottobre, dai trasporti alla scuola: Roma a rischio caos

  • Insegue scooterista e lo travolge con l'auto, poi le minacce: "Se non ti ho ammazzato oggi lo farò domani"

Torna su
RomaToday è in caricamento