Stazioni Ostiense e Tiburtina: rubati 270 chili di rame

In manette sono finite tre persone tra i 23 e i 35 anni. Altri tre malviventi sono riusciti a fuggire. Continuano le indagini dei carabinieri

Immagine di repertorio

Continuano i furti di rame nella Capitale. Nelle ultime ore, in due distinte operazioni, sono stati arrestati tre predoni di "oro rosso". Nel primo caso i Carabinieri della Stazione Roma Garbatella hanno bloccato un bulgaro di 35 anni, senza fissa dimora e già noto alle forze dell’ordine, con l'accusa di "ricettazione in concorso".

Lo straniero è stato sorpreso in una strada, a poca distanza dalla Stazione Ostiense, assieme ad altre tre persone che sono riuscite a fuggire, mentre trasportava in uno zaino dei cavi di rame del peso di circa 50 chilogrammi rubati precedentemente in un deposito delle ferrovie.

Poco dopo, i Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia Roma Montesacro hanno sorpreso due romeni di 23 e 26 anni, entrambi nella Capitale senza fissa dimora e con precedenti, subito dopo essersi intrufolati in un altro deposito delle Ferrovie dello Stato, ubicato in via Monti di Pietralata a pochi metri dalla stazione Tiburtina, dove stavano per portare via una matassa di rame del peso di 220 chili. I due dovranno rispondere di furto aggravato.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente via Cassia: bus contro un albero, ambulanze sul posto. Ventinove feriti

  • È morto Paco Fabrini a 46 anni in un incidente: da piccolo interpretò il figlio di Tomas Milian

  • Weekend a Roma: gli eventi di sabato 19 e domenica 20 ottobre

  • Salvini a Roma: in 40mila in piazza per il leader della Lega. Strade chiuse e bus deviati

  • Sciopero generale venerdì 25 ottobre, dai trasporti alla scuola: Roma a rischio caos

  • Insegue scooterista e lo travolge con l'auto, poi le minacce: "Se non ti ho ammazzato oggi lo farò domani"

Torna su
RomaToday è in caricamento