Due allacci abusivi collegati alla cabina Acea: così aveva acqua e luce gratis in casa

Nei guai è finito un 60enne, arrestato per furto aggravato e continuato di acqua ed energia elettrica

Immagine di repertorio

Nella giornata di ieri, al termine di un controllo eseguito con personale di Acea e di Areti a Casale San Nicola, i carabinieri della stazione di Roma La Storta hanno arrestato un italiano di 60 anni, per furto aggravato e continuato di acqua ed energia elettrica. 

A seguito del sopralluogo, i carabinieri hanno appurato che il proprietario dell'immobile, si era collegato ad una cabina elettrica con due allacci abusivi e ad una conduttura di proprietà dell'Acea, procurandosi in tal modo un vantaggio, al fine di eludere il conteggio reale dei contatori, riuscendo ad avere un risparmio economico di diverse migliaia di euro.  

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L’uomo, in attesa di essere tradotto presso il Tribunale di Roma per il rito direttissimo, è stata posto in regime di arresti  presso il proprio domicilio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Roma, la mappa del contagio dopo il lockdown: ecco in quali quartieri sono aumentati di più i contagi

  • Intervengono per sgomberare un appartamento abitato da un'anziana e trovano deposito d'armi

  • Coronavirus, a Roma 11 casi. In totale nel Lazio 14 nuovi contagi. I dati delle Asl

  • Coronavirus: a Roma 23 casi e tra loro anche un bimbo di nove anni, sono 28 in totale nel Lazio. I dati Asl del 9 luglio

  • Cornelia, rissa in pieno giorno paralizza quartiere: tre feriti. Danni anche ad un negozio

  • Coronavirus, a Roma e provincia sei bambini positivi in 10 giorni

Torna su
RomaToday è in caricamento