Addobbi natalizi alimentati con l'energia rubata dal contatore, tre arresti al Corviale

I "vampiri" di elettricità scoperti dai carabinieri impegnati in un ampio servizio di controllo nel Municipio Arvalia

Addobi natalizi alimentati con l'energia elettrica rubata dal contatore condominiale. Siamo in largo Emlio Quadrelli, al Corviale, dove i Carabinieri, durante un controllo eseguito con personale delle società “Areti” e “Ater”, hanno arrestato 3 cittadini romani, di 25, 58 e 76 anni, che, dopo aver manomesso i contatori della rete elettrica condominiale, si sono allacciati abusivamente fornendo di energia le loro abitazioni, piene di luci e addobbi natalizi.

I Carabinieri hanno poi messo in sicurezza l’area mentre il personale specializzato della società elettrica ha ripristinato l’impianto. Gli arrestati, accusati di furto aggravato, sono stati sottoposti agli arresti domiciliari.

I tre vampiri di energia sono stati smascherato dai militari dell'Arma della Compagnia Roma Eur, con l’ausilio dei Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Roma e dei colleghi del NAS di Roma, che hanno eseguito un servizio di controllo del territorio finalizzato al contrasto di fenomeni di illegalità diffusa e a rafforzare la percezione di sicurezza nelle aree della periferia urbana, comprese tra le zone Trullo, Magliana e Corviale.

Le mirate attività hanno portato all’arresto di 4 persone in poche ore.

In manette è finito anche un 38enne, originario di Formia (Latina), colpito da un ordine di carcerazione, emesso dalla Corte di Appello di roma, dovendo espiare 3 anni e 8 mesi di reclusione per i reati di furto aggravato e ricettazione commessi nella Capitale nell’anno 2017. L’arrestato è stato portato in carcere a Rebibbia.

I Carabinieri hanno anche controllato alcune attività commerciali, sanzionando, per un totale di 3.500 euro, il proprietario di un ristorante di cucina asiatica in via dell’Impruneta, violazioni inerenti la mancata tracciabilità degli alimenti e per la mancata applicazione del manuale autocontrollo haccp, e il proprietario di una pizzeria in via del Trullo, per un totale di 3.000 euro, per inadeguate condizioni igieniche e la mancata applicazione del manuale autocontrollo haccp.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Complessivamente sono state indentificate circa 80 persone e sono stati controllati 60 veicoli. Identificati anche 2 giovani, trovati in possesso di dosi di hashish e cocaina, che saranno segnalati, quali assuntori, all’Ufficio Territoriale del Governo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Roma, la mappa del contagio dopo il lockdown: ecco in quali quartieri sono aumentati di più i contagi

  • Coronavirus: a Roma 23 casi e tra loro anche un bimbo di nove anni, sono 28 in totale nel Lazio. I dati Asl del 9 luglio

  • Coronavirus, a Roma 17 nuovi contagi. Positivo bimbo di un anno a Civitavecchia

  • Cornelia, rissa in pieno giorno paralizza quartiere: tre feriti. Danni anche ad un negozio

  • Castel Sant'Angelo, in bilico sul cornicione del ponte a tre metri dal Tevere

  • Coronavirus: a Roma 12 nuovi casi, sono 23 in totale nel Lazio. I dati Asl del 10 luglio

Torna su
RomaToday è in caricamento