Trentamila euro di corrente gratis, nei guai commerciante vampiro di energia elettrica

La scoperta da parte dei carabinieri impegnati nei controlli straordinari nella zona del Flaminio

Immagine di repertorio

Corrente gratis per 28mila euro. Il vampiro di energia elettrica è un commerciante romano di 64 anni ed è stato  denunciato a piede libero per aver manomesso il contatore dell’energia elettrica della sua attività, il che gli ha consentito nel tempo di fruire di corrente “gratis” causando alla società erogatrice un danno stimato di quasi 30mila. Per lui l’accusa è di furto aggravato.

La sanzione da parte dei Carabinieri della Compagnia Roma Trionfale che hanno attuato un massiccio servizio di controllo del territorio su tutta la zona del Flaminio e nell'area di competenza, che ha portato all’arresto di una persona e alla denuncia a piede libero di altre 5.

A finire in manette è stato un uomo romano di 48 anni, con precedenti e sottoposto agli arresti domiciliari per pregressi reati, “pizzicato” nei pressi della fermata della metropolitana Flaminio. Nei suoi confronti l’Autorità Giudiziaria ha emesso un provvedimento di sostituzione della misura degli arresti domiciliari con la custodia cautelare in carcere.

Nel corso di uno dei posti di controllo alla circolazione stradale scattati nell’ambito dell’operazione, un automobilista romano di 47 anni, con precedenti, è stato sorpreso in viale Monti Parioli mentre si trovava alla guida della propria autovettura al cui interno aveva nascosto degli arnesi per lo scasso e di una centralina. Nei suoi confronti è scattata una denuncia per Ricettazione e possesso ingiustificato di chiavi alterate o grimaldelli.

Un ragazzo di 17 anni, incensurato, è stato controllato dai Carabinieri sul Lungotevere Arnaldo da Brescia e trovato in possesso di due coltelli, bravata che gli è valsa la denuncia per porto di armi od oggetti atti ad offendere.

Dovrà rispondere di ricettazione, invece, un cittadino tunisino di 46 anni, con precedenti, che è stato notato dai militari in piazza Mancini mentre stava tentando di piazzare un computer risultato oggetto di furto.

Uno studente 18enne romano, incensurato, è stato deferito all’Autorità Giudiziaria per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti dopo essere stato sorpreso in possesso di 57 grammi di hashish e 30 grammi di marijuana.

Nel corso dell’operazione sono stati segnalati all’Ufficio Territoriale del Governo, in qualità di assuntori di droghe, altri 4 giovani, controllati nel parco di Villa Borghese dove sono stati sorpresi in possesso di modiche quantità di hashish, marijuana ed eroina.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Detenuto evaso a Roma: portato al Pertini per un controllo scappa. Caccia all'uomo: elicottero in volo

  • Sistema la spesa in auto e viene centrata da una jeep in retromarcia: morta un'anziana

  • Incidente sul Raccordo Anulare: morto giovane agente immobiliare

  • Metro A, nuova fase dei lavori: per 6 giorni stop tra San Giovanni e Ottaviano

  • Donna trovata morta nei boschi: era a Fiumicino per il matrimonio della figlia

  • Ferragosto a Roma: gli eventi del 15 agosto per chi rimane o si trova in città

Torna su
RomaToday è in caricamento