Rubano bici speciale a bambino disabile: la storia di Riccardo unisce la periferia sud ovest di Roma

Lo scorso 6 aprile la bicicletta di Riccardo è stata rubata. Il quartiere di Corviale si sta mobilitando per aiutare la famiglia

Il rancore è il modo migliore per sprecare l'occasione di essere felici. E' più o meno quello che hanno pensato i genitori di Riccardo, nome di fantasia, un bambino disabile di 11 anni a cui qualcuno ha voluto rubare la sua bicicletta speciale, quella a tre ruote che gli permetteva di vivere il quartiere e scorrazzare tra i palazzi della periferia sud ovest di Roma.

Non c'è un'avversione profonda o un risentimento nell'animo dei genitori di Riccardo. Anzi. La storia, quella che Riccardo e della sua bici speciale, arriva dalla quartiere popolare di Corviale. Qui, lo scorso sabato 9 aprile, qualcuno è entrato nell'androne di una palazzina, ha trafugato nel sottoscala e rubato la tre ruote con il cestino di Riccardo. 

Il papà del bambino di 11 anni, a RomaToday, ha voluto raccontare la loro storia. Lo fa con voce emozionata, di chi non si capacita come l'amarezza possa trasformarsi in speranza. Già perché appena si è sparsa la voce il quartiere si è unito: "Tanti residenti di Corviale e tanti genitori dei bambini dove va a scuola nostro figlio ci hanno contattato. Chi vuole ricomprale la bici, chi fare una donazione, chi ci sta aiutando a cercarla. Non ci aspettavamo un affetto così spontaneo, puro. Siamo commossi". 

Un tam tam che, in poche ore, si è diffuso anche sui social. Le foto e qualche appello lanciato sui gruppi del quartiere hanno messo in moto una catena di solidarietà insperata. "Non sappiamo chi possa aver rubato la bicicletta di Riccardo". Quel mezzo speciale non può essere rivenduto ed è anche difficile da smontare. "Stiamo ancora aspettando qualche giorno prima di fare la denuncia, vogliamo dare l'opportunità al ladro di redimersi. Che sia stata una ragazza o un furto non importa. Chi l'ha presa basta che la lasci in qualsiasi punto di Corviale o anche Casetta Mattei. Lo faccia per nostro figlio", l'appello del papà lanciato dal nostro portale. 

La storia di Riccardo riporta alla memoria quella di Giorgio, 8 anni, affetto da distrofia muscolare di Duchenne, una malattia degenerativa caratterizzata da atrofia e debolezza muscolare a progressione rapida. Anche a lui ignoti rubarono la sua bici speciale. Anche in quel caso il quartiere, Ponte di Nona nell'occasione, si strinse per dare conforto alla famiglia e aiutare il bambino. Dopo tutto "può nascere un fiore nel nostro giardino che neanche l'inverno potrà mai gelare", come diceva Rino Gaetano.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Se qualcuno avesse visto la bicicletta di Riccardo può contattare la redazione di RomaToday a romatoday@citynews.it numero whatsapp 3938288266

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Intervengono per sgomberare un appartamento abitato da un'anziana e trovano deposito d'armi

  • Coronavirus: positivi due minori della stessa famiglia, chiusi ristorante e centro estivo sulla Casilina

  • Temporale Roma, bomba d'acqua e gradinata sulla zona est della Capitale

  • Coronavirus, a Roma 11 casi. In totale nel Lazio 14 nuovi contagi. I dati delle Asl

  • Coronavirus: undici nuovi contagi nel Lazio, chiusi ristorante e centro estivo nella periferia est

  • Coronavirus, a Roma sette nuovi casi: undici in totale nel Lazio

Torna su
RomaToday è in caricamento