Montagnola: porta socchiusa e fuga da film, banda sorpresa a rubare in un appartamento

All'interno dell'abitazione sono stati rinvenuti numerosi arnesi atti allo scasso

Sono stati sorpresi mentre stavano rovistando in un appartamanto. Gli agenti della Polizia di Stato hanno arrestato due cittadini stranieri responsabili di rapina aggravata in concorso mentre un terzo uomo è riuscito a fuggire.

Ieri notte, a seguito di segnalazione della Sala Operativa, una pattuglia del Commissariato Tor Carbone è intervenuta in via Ciaffi, alla Montagnola, per la presenza di forti rumori all’interno di un appartamento.

Individuata l'abitazione sita al quinto piano della palazzina, i poliziotti sono saliti ed hanno riscontrato che la porta d'ingresso era socchiusa. Una volta all’interno, gli agenti hanno colto in flagranza due georgiani, intenti a perpetrare il furto. I due, invece di fermarsi come intimatogli dai poliziotti, hanno cercato di aggredirli opponendo resistenza al fermo.

Grazie all'ausilio di una seconda pattuglia del Commissariato Colombo, sono stati bloccati ed identificati per due uomini di 39 e 25 anni. Accompagnati negli uffici di Polizia, dovranno rispondere di rapina aggravata in concorso.

All’interno dell'abitazione sono stati rinvenuti numerosi arnesi atti allo scasso. Proseguono le indagini per l’identificazione di un terzo complice riuscito a fuggire calandosi su una tubatura dell'appartamento.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sul Raccordo Anulare, scontro tra auto e moto: morti due giovani di 27 e 20 anni

  • Morto in un incidente sulla Tangenziale est, sbalzato dalla Smart e investito da un pullman

  • Ikea, apre un nuovo punto nella Capitale

  • La Lazio e la passione per le moto: Finocchio e Borghesiana piangono Daniele, il giovane morto in un incidente stradale

  • Incidenti stradali a Roma, giovedì di sangue: tre morti e una bimba di 10 anni in gravi condizioni

  • Sciopero Cotral: venerdì 20 settembre a rischio il servizio extraurbano della Regione Lazio

Torna su
RomaToday è in caricamento