L'Arsenio Lupin dei distributori automatici: 20 colpi tra sexy shop e uffici privati

Il ladro seriale era già stato pizzicato l'anno scorso. Tutti gli indumenti indossati nel corso dei due furti sono stati trovati

Ha saccheggiato 20 distributori automatici in un anno. Il ladro, già conosciuto dalle forze dell'ordine, è un 35enne. Le indagini della Polizia di Stato sono partite da 2 furti in un sexy shop, durante uno dei quali il ladro si è ferito lasciando tracce di sangue. Gli agenti, oltre a far repertare il sangue dalla Polizia Scientifica, hanno acquisito le immagini del sistema di videosorveglianza e, grazie alla loro esperienza, hanno individuato il principale sospettato.

Gli stessi poliziotti, grazie ad un decreto emesso dal P.M. della locale Procura, hanno perquisito l'abitazione del 35enne e la cella dove era detenuto per altri reati. In entrambi i luoghi sono stati sequestrati gli abiti indossati dall'indagato durante i furti ed è stato trovato anche il pantalone sporco di sangue. Ad ulteriore conferma è risultato positivo il test del DNA e la comparazione fisionomica. 

L'indagine poi si è ulteriormente ampliata e, in collaborazione con gli investigatori della Stazione Carabinieri di Tivoli Terme, si è arrivati a ritenere il 35enne responsabile di numerosi altri furti, oltre 20, avvenuti nel 2017 e 2018, sempre in danno di distributori automatici, in quei casi di bibite/caffè e dolciumi posti in aziende edili, una cava, un supermercato, uffici pubblici e privati.  

Gli accertamenti hanno portato prima all'emissione di un nuovo decreto di perquisizione, che ha permesso di acquisire ulteriori elementi  quali il sequestro di altri abiti indossati durante i vari furti, poi di un'ordinanza di custodia cautelare in carcere. L'ordinanza è stata eseguita congiuntamente dagli agenti del commissariato di Tivoli e dai militari dei Carabinieri di Tivoli Terme e il 35enne è stato nuovamente accompagnato presso il carcere di Rebibbia.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Stadio della Roma: l'assessore Frongia indagato per corruzione

  • La linea gialla

    Non è mai colpa sua

  • Politica

    De Vito arrestato, si riapre lo scontro Raggi Lombardi: "Gli dissi di dimettersi, la sindaca invece con Giampaoletti..."

  • Cronaca

    Scale (im)mobili, Raggi quasi: la Sindaca valuta la revoca della manutenzione. Procura apre indagine

I più letti della settimana

  • Presidente cinese a Roma: dal 21 marzo strade chiuse e una doppia 'green zone'

  • Ciclista morto sui binari del tram: addio a Valerio Nobili, medico luminare del Bambino Gesù

  • Barberini: la scala mobile si accartoccia, scene di panico. Chiusa la stazione. Il racconto di un testimone

  • Borghesiana: sorpasso azzardato con l'auto rubata, cinque feriti. Tre sono gravi

  • Ora legale nel 2019: quando spostare le lancette

  • Paura a Grottaferrata: bus Cotral finisce in una scarpata. Sette feriti

Torna su
RomaToday è in caricamento