Narcotizzati mentre dormono e rapinati in casa. L'allarme: "Siamo sotto attacco"

Vittima una famiglia residente a Colle Fiorito di Guidonia. "I ladri si prendono beffa di noi"

Immagine di repertorio

Si sono svegliati con il mal di testa ed un sapore amaro in bocca. Cresce la paura a Colle Fiorito di Guidonia dove marito e moglie sono stati narcotizzati mentre dormivano nel loro letto da una banda di ladri che poi gli ha svaligiato casa. A raccontare la paura con la quale la coppia vive nella loro casa da quel giorno la moglie che ricorda quanto accaduto alla sua famiglia la notte di domenica 24 febbraio con la speranza che il suo racconto possa determinare un aumento del numero delle forze dell'ordine in servizio nel territorio. 

Un vero e proprio choc quello subito dalla coppia residente in via Rosata. "Mia figlia era uscita con il suo fidanzato - racconta la donna che chiede di rimanere anonima -. In casa siamo rimasti io e mio marito ed intorno alle 23:30 siamo andati a letto a dormire". Alle 5:00 del mattino rientra la figlia "che vede subito il cancello esterno e la porta della sala hobby scardinate". 

Impaurita, la figlia va in camera da letto e chiama i genitori che si risvegliano, come detto con mal di testa e amaro in bocca "chiaro sintomo del fatto che ci hanno narcotizzato". Marito e moglie si alzano e fanno purtroppo i conti con il passaggio della  banda di balordi. "Abbiamo chiamato i carabinieri che sono arrivati da noi dopo pochi minuti, ma era purtroppo troppo tardi, narcotizzandoci i ladri sono riusciti a guadagnare il tempo necessario a far perdere le proprie tracce". 

"Ci hanno rubato oro, gioielli, denaro, le fedi nuziali, orologi di valore, occhiali da sole ed anche la macchina che avevamo appena acquistato con tanti sacrifici e che adesso non abbiamo più". La banda infatti, dopo aver rubato le chiavi della vettura ha trovato la stessa parcheggiata nel cortile condominiale "l'hanno aperta e se la sono portata via con tutto quello che c'era dentro". Nonostante il segnale Gps "hanno schermato le frequenze del satellitare con uno jammer (disturbatore di frequenze ndr) e non siamo riusciti a geolocalizzarla". 

Fatti i conti con il passaggio della banda, marito e moglie hanno quindi sporto denuncia alla Tenenza dei Carabinieri di Guidonia. "Sabato 2 marzo - racconta ancora la donna - con le stesse modalità hanno derubato un'altra casa qui in via Rosata. Siamo sotto attacco dei ladri, in questa settimana ho raccolto tante testimonianze a Pichini, Marco Simone e Setteville Nord". 

"Noi abitanti siamo impotenti davanti a questo perché ci narcotizzano e fanno il proprio comodo lasciandoci una paura folle. Sono due settimane che non dormiamo, per non parlare del disagio economico e soprattutto lo choc subito. Cerchiamo di proteggerci con allarmi, porte blindate eccetera, ma quando poi ti rubano in casa così crollano tutte le certezze di poter essere al sicuro". 

"Polizia e carabinieri fanno quello che possono, ma sono purtroppo in pochi per poter fermare tutti questi criminali". "Adesso ho paura - conclude - l'idea che siano stati nella nostra casa mentre noi dormivano in camera da letto ci ha sconvolti. In questo modo i ladri si prendono beffa di noi". 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente via Cassia: bus contro un albero, ambulanze sul posto. Ventinove feriti

  • È morto Paco Fabrini a 46 anni in un incidente: da piccolo interpretò il figlio di Tomas Milian

  • Salvini a Roma: in 40mila in piazza per il leader della Lega. Strade chiuse e bus deviati

  • Weekend a Roma: gli eventi di sabato 19 e domenica 20 ottobre

  • Sciopero generale venerdì 25 ottobre, dai trasporti alla scuola: Roma a rischio caos

  • Insegue scooterista e lo travolge con l'auto, poi le minacce: "Se non ti ho ammazzato oggi lo farò domani"

Torna su
RomaToday è in caricamento