Un furgone come base di spaccio, la droga destinata a San Lorenzo

Rinvenuti involucri di marijuana e 20 panetti di hashish

Un furgone, parcheggiato in viale Opita Oppio, a Don Bosco, all'interno di un'area pubblica, quale base per lo spaccio di stupefacenti, da destinare al mercato di San Lorenzo. Dopo un'attenta indagine, con appostamenti e pedinamenti, gli investigatori del commissariato San Lorenzo, diretto da Luigi Mangino, sono riusciti ad arrestare due tunisini con vari precedenti di polizia, di 27 anni e  di 28 anni, entrambi in Italia senza fissa dimora.

Quando i poliziotti hanno visto arrivare i due stranieri a bordo di un'autovettura e dirigersi verso il furgone, hanno osservato a distanza i loro movimenti. Uno dei due, dopo aver estratto un mazzo di chiavi dalla tasca dei pantaloni, ha aperto un lucchetto posto sul portellone posteriore del mezzo e poi anche la portiera.

Saliti entrambi sul mezzo, sono stati immediatamente raggiunti dagli agenti, che li hanno bloccati proprio mentre stavano maneggiando una busta in cellophane contenente marijuana. Quando hanno visto la Polizia, i due hanno tentato di darsi alla fuga aggredendo gli agenti. E, mentre uno dei due veniva immediatamente bloccato, l'altro iniziava a sferrare calci e gomitate contro i poliziotti, ma anche lui è stato messo in sicurezza.

Perquisito il furgone, sono stati rinvenuti svariati involucri, contenenti quasi 4 chili di marijuana nonché 20 panetti di hashish per un peso di circa 1 chilo e 5 grammi di cocaina. Rinvenuti, inoltre, 2 bilancini di precisione, l'occorrente per la preparazione delle dosi e 2 coltelli a serramanico.

Indosso, i due sono stati trovati con circa 100 euro in banconote di piccolo taglio. Accompagnati in Ufficio con l’ausilio degli agenti della Polizia di Stato del commissariato Porta Pia, sono stati arrestati per detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Morto all'Umberto I, la famiglia di Giuseppe chiede giustizia: "Cosa è successo in quelle 5 ore di buio?"

  • Politica

    Roma Tpl, è ufficiale: contratto prorogato fino al 1 gennaio 2020

  • Marconi

    Ponte Marconi, l'estate è alle porte ma della spiaggia sul Tevere non c'è traccia

  • Ostia

    Ostia: ecco l'università del mare, presentato il programma dei corsi

I più letti della settimana

  • Giro d'Italia a Roma 2018: strade chiuse e 34 linee bus deviate. Tutte le informazioni

  • Incidente via di Boccea: si scontrano taxi e scooter, morto un 43enne

  • Ecco il bus 718: dal 28 maggio la nuova linea da Portuense a Ostiense

  • Pecore tosaerba, il progetto è realtà: ecco i 20 parchi dove sarà utilizzato l'ecopascolo per lo sfalcio

  • Trascina una donna nell'androne di un palazzo e prova a violentarla

  • Trovato morto Pietro Aloise: l'uomo era scomparso da 4 giorni a Roma

Torna su
RomaToday è in caricamento