Funerali Diabolik: Questura a lavoro sulle misure di sicurezza, da martedì strade off limits

Anche se le esequie di Fabrizio Piscitelli si terranno in forma privata si prevede comunque un ingente afflusso di tifosi

Niente giornalisti", come ha richiesto espressamente la sorella, con la Questura a lavoro sulle misure di sicurezza. Sarà infatti off limitis il piazzale anitistante il Santuario del Divino Amore dove mercoledì 21 agosto si terranno i funerali di Fabrizio Piscitelli, il Diabolik degli Irriducibili Lazio ucciso con un colpo di pistola il 7 agosto scorso al Parco degli Acquedotti, nella Capitale

Le misure di sicurezza sono allo studio della Questura di Roma. Anche se le esequie si terranno in forma privata si prevede comunque un ingente afflusso di tifosi che raggiungeranno la zona per ricordare il capo ultras laziale, noto in tutta Europa, e portare così la loro vicinanza ai familiari.

Non è ancora chiaro quali saranno i confini della 'zona rossa', di certo, come si legge su Muoversi a Roma, sulla via Ardeatina, entro le 19 del giorno prima (martedì 20 agosto) verranno rimossi i veicoli eventualmente in sosta nel tratto compreso tra il civico 1221 e via Don Umberto Terenzi. Resta ancora da stabilire da dove sarà vietato l'ingresso a chi non è incluso nella lista dei 100 partecipanti decisi dalla famiglia e fino a dove saranno spinte le transenne.

Le misure di sicurezza messe a punto in queste ore saranno messe nero su bianco nell'ordinanza del questore di Roma Carmine Esposito, che sarà varata entro martedì sera. Ci potrebbero essere comunque dei fuori programma, decisioni anche estemporanee, che saranno prese in  relazione all'andamento della situazione. 

Gli Irriducibili Lazio, il gruppo guida della curva Nord, hanno assicurato una partecipazione composta ai funerali, in ogni caso gli uomini della Digos sono già al lavoro per monitorare i flussi, sia di tifosi laziali che delle tifoserie vicine alla Lazio che potrebbero decidere di raggiungere la Capitale in occasione delle esequie.

In relazione all'ultimo saluto a Fabrizio Piscitelli la sorella, Angela, ha poi riferito all'Adnkronos che "la famiglia vuole che questo funerale così tanto discusso e combattuto acquisti ora il suo vero significato, quello del dolore di tutti coloro che hanno amato e perso una persona cara''. 

"Tutti nella vita siamo chiamati ad affrontare e a provare il sentimento straziante dell'abbandono - prosegue Angela Piscitelli - quindi  desideriamo assolutamente che la celebrazione in chiesa avvenga in totale assenza di giornalisti. Richiesta che ci auguriamo venga 
accolta anche perché già formalizzata nelle sedi idonee
".
 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sul Raccordo Anulare, scontro tra auto e moto: morti due giovani di 27 e 20 anni

  • Morto in un incidente sulla Tangenziale est, sbalzato dalla Smart e investito da un pullman

  • La Lazio e la passione per le moto: Finocchio e Borghesiana piangono Daniele, il giovane morto in un incidente stradale

  • Weekend a Roma: gli eventi di sabato 14 e domenica 15 settembre

  • Ikea, apre un nuovo punto nella Capitale

  • Ragazza impiccata al parco giochi, il ritrovamento dopo una notte di ricerche. Il racconto del custode

Torna su
RomaToday è in caricamento