Diabolik, mercoledì i funerali al Divino Amore. Rischio assembramento ultras davanti la chiesa

Accordo raggiunto tra i familiari di Fabrizio Piscitelli, l'ultras della Lazio ucciso con un colpo di pistola il 7 agosto scorso nel Parco degli Acquedotti, a Roma, è la questura di Roma

I funerali di Diabolik si terranno a Roma, mercoledì 21 agosto alle ore 15. Accordo raggiunto tra i familiari di Fabrizio Piscitelli, l'ultras della Lazio ucciso con un colpo di pistola il 7 agosto scorso nel Parco degli Acquedotti, a Roma, e la Questura. Le esequie si terranno nella basilica del Divino Amore e potranno parteciparvi massimo 100 persone.

100 persone al funerale di Piscitelli 

Una notizia confermata nella giornata di ieri e così, dopo due settimane dall'omicidio, amici e parenti potranno dire addio al loro caro. Il numero di partecipanti, cento, però fa discutere. "Le autorità hanno avuto paura che Fabrizio venisse 'beatificato', celebrato da una folla di 10mila persone. Perché questo è un numero che lo rappresenta, non 100 persone. La gente a Fabrizio gli voleva bene", ha detto Yuri Alviti, ex componente del direttivo degli Irriducibili Lazio, che con Fabrizio 'Diabolik' Piscitelli, il leader della curva Nord ucciso a Roma il 7 agosto scorso, ha condiviso fianco a fianco 35 anni di vita e di stadio.

Messaggio simile a quello di Franco Caravita, ultras storico dell'Inter: "Quando era stata fissata la data precedente, spiega, i nostri erano già partiti con due pullman e si sono bloccati. Le persone sarebbero convogliate solo per dare un ultimo saluto e non certo per creare problemi, questa è una presa di posizione del questore di Roma". Gli Irriducibili della Lazio, che nei giorni scorsi hanno più volte manifestato vicinanza alla famiglia, assicurano che non faranno cortei. 

Ultras al funerale di Diabolik

Il rischio che però fuori dalla chiesa del Divino Amore ci siano più delle 100 persone previste è alto. La Questura lunedì studierà bene la misure per l'ordine pubblico. Il santuario sarà blindato così come ci saranno controlli ai caselli stradali e alle stazioni dei treni. Davanti l'ingresso, poi, blindati e agenti pronti. 

Non solo. Nei prossimi giorni non sono esclusi nuove celebrazioni del mondo ultras, in tutti gli stadi d'Italia anche e soprattutto in occasione del derby, dove si preannuncia una coreografia speciale. 

Omicidio Fabrizio Piscitelli: gli aggiornamenti sulle indagini

Nel frattempo continuano le indagini della Dda e della Squadra Mobile per ricostruire il puzzle del delitto del Parco degli Acquedotti, perché Piscitelli non era "solo" un ultras. Almeno secondo le carte di chi è sulle sue tracce da anni. 

Gli inquirenti sono al lavoro per incrociare i dati dei tabulati telefonici e le testimonianze raccolte per ricostruire i contatti e gli spostamenti di Fabrizio Piscitelli nelle ore precedenti all'omicidio. 

Riscontri in attesa che vengano analizzati i tre cellulari, tutti bloccati da un codice di accesso, e i due computer che erano nella disponibilità del leader degli Irriducibili. Al momento le indagini non escludono nessuna pista per quella che appare come un'esecuzione compiuta sì da un killer esperto, un "professionista", ma maturata in maniera estemporanea, in poco tempo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tor Bella Monaca, stroncata la piazza di spaccio del Principe: fruttava 200mila euro al mese

  • Spari a corso Francia: ladri di Rolex si schiantano contro auto della polizia dopo inseguimento

  • Vede i ladri in casa dalle immagini video, arrestati dalla polizia fra gli applausi dei residenti

  • Terremoto a Roma: scossa ai Castelli Romani avvertita nella Capitale

  • O' Principe di Tor Bella Monaca, spaccio h24 e vita in stile Gomorra: così la palazzina è diventata il suo fortino

  • Tragedia sulla Tuscolana: accusa malore nel negozio e muore

Torna su
RomaToday è in caricamento