Funerali Diabolik, gli Irridubicili Lazio: "Ci saremo in silenzio e compostezza"

Le esequie di Fabrizio Piscitelli verranno celebrate mercoledì 21 agosto nella basilica del Divino Amore

Al funerali di Diabolik "in assoluto rispetto, silenzio e compostezza". Così gli Irriducibili della Lazio annunciano la loro presenza alle esequie di Fabrizio Piscitelli, storico capo del gruppo ultras biancoceleste ucciso con un colpo di pistola il 7 agosto scorso nel Parco degli Acquedotti, a Roma.

Dopo che il funerale in forma privata, voluto dal Questore Carmine Esposito, non si è tenuto con la successiva mediazione con la famiglia di Fabrizio Piscitelli ha avuto con la Questura ottenendo di poter svolgere i funerali mercoledì 21 agosto a partire dalle 15:00 nella basilica del Divino Amore, nel pomeriggio di domenica gli Irriducibili hanno dato indicazioni tramite la Voce della Nord su come partecipare all'ultimo saluto a Diabolik. 

"Parteciperemo al funerale di Fabrizio come nel nostro stile, in assoluto rispetto, silenzio e compostezza - scrivono gli Irriducibili -. Onoreremo così il volere dei familiari. Tutte le tifoserie e gli amici di Fabrizio che vorranno presenziare alle esquie che si terrano mercoledì 21 alle ore 15:00 al Divino Amore (Via del Santuario Castel di Leva), sono raccomandate di assumere un atteggiamento di educazione esemplare per tutta la cerimonia funebre.  Non sarà di certo quel giorno il momento in cui cadere in squallide provocazioni, tese da sciacalli ed occhi indiscreti". 

"Chiunque voglia onorare il ricordo di Fabrizio - scrivono ancora gli ultras della Lazio sulla Voce della Nord -  piuttosto che omaggiarlo con composizioni floreali, è invitato a partecipare alla raccolta fondi a sostegno della Lega Italiana Fibrosi Cistica Lazio che sarà organizzata sul posto: questo è il modo migliore per mantenere il ricordo di Fabrizio e rispettare soprattuto il volere dei suoi familiari"

Resta alta la possibilità che possano parteciparvi più delle 100 persone previste dall'accordo con la Questura, con la stessa che sta ultimando le misure per garantire l'ordine pubblico. Così come per i mancati funerali al cimitero Flaminio di Prima Porta, il Divino Amore sarà blindato con controlli ai caselli ed alle stazioni dei treni, con blindati ed agenti a presidiare la basilica di Castel di Leva. 

Sul fronte indagini la Dda e la Squadra Mobile continuano il lavoro al fine di ricostruire il puzzle del delitto del Parco degli Acquedotti, perché Piscitelli non era "solo" un ultras. Almeno secondo le carte di chi è sulle sue tracce da anni. 

Gli inquirenti sono al lavoro per incrociare i dati dei tabulati telefonici e le testimonianze raccolte per ricostruire i contatti e gli spostamenti di Fabrizio Piscitelli nelle ore precedenti all'omicidio. 

Riscontri in attesa che vengano analizzati i tre cellulari, tutti bloccati da un codice di accesso, e i due computer che erano nella disponibilità del leader degli Irriducibili. Al momento le indagini non escludono nessuna pista per quella che appare come un'esecuzione compiuta sì da un killer esperto, un "professionista", ma maturata in maniera estemporanea, in poco tempo.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tor Bella Monaca, stroncata la piazza di spaccio del Principe: fruttava 200mila euro al mese

  • Spari a corso Francia: ladri di Rolex si schiantano contro auto della polizia dopo inseguimento

  • Vede i ladri in casa dalle immagini video, arrestati dalla polizia fra gli applausi dei residenti

  • Terremoto a Roma: scossa ai Castelli Romani avvertita nella Capitale

  • Tragedia sulla Tuscolana: accusa malore nel negozio e muore

  • Sushi "all you can eat" a Roma: 10 ristoranti giapponesi da provare

Torna su
RomaToday è in caricamento