Rivolta a Ponte Galeria, dodici migranti fuggiti dal Centro di permanenza per i rimpatri

A denunciare l'accaduto il sindacato Provinciale di Roma del Sap. A far scattare la protesta la qualità del cibo e i pochi cellulari a disposizione

Foto di repertorio (Ansa)

Prima la rivolta, poi la fuga solo in parte fermata. E' stato un venerdì sera di caos al Centro di permanenza per i rimpatri di Ponte Galeria (Roma). Dodici immigrati, a seguito di una rivolta, sono riusciti a fuggire dal centro sfondando porte e scavalcando recinzioni, dileguandosi tra le campagne circostanti il centro. 

Le ragioni della protesta 

I migranti lamentavano la scarsa qualità del cibo, accusando anche che fosse scaduto, e che avevano pochi cellulari a disposizione. Nella confusione della rivolta un gruppo di migranti è riuscito a fuggire e solo una parte è stato individuato e riportato nel centro. All'appello mancano, secondo quanto confermato dalla Questura di Roma, dodici persone.

La denuncia del sindacato 

"La Segreteria Provinciale di Roma del Sap - si legge sul suo profilo facebook . - intende esprimere tutta la solidarietà del caso ai 
colleghi del Reparto Mobile e dell'Ufficio Immigrazione della questura di Roma che stanotte si sono trovati a fronteggiare l'ennesima rivolta e a contrastare le violente intemperanze degli 'ospiti' del Cpr di Ponte Galeria, che come noto ha riaperto da alcuni mesi".

Una fuga arginata in parte 

"Soltanto l'alta professionalità del personale ha scongiurato più gravi conseguenze e soprattutto ha impedito che nessuno rimanesse ferito in modo serio", prosegue il post. "Numerosi immigrati, dopo aver divelto infissi e danneggiato arredi ed essersi procurati lesioni con lamette e altre armi improvvisate, hanno scavalcato e forzato il presidio interforze posto a protezione e vigilanza della struttura. Dopo essersi dispersi nei campi adiacenti, alcuni sono stati fermati nei pressi di Commercity e riaccompagnati nel Centro. Diciassette di loro hanno fatto perdere le proprie tracce. La situazione desta comunque molta preoccupazione". Rispetto alla denuncia del sindacato, ridimensionato il numero dei fuggitivi, dodici anziché diciassette.

La nota del Sap per chiedere l'intervento del Questore 

"La Segreteria Provinciale del Sap di Roma, d'intesa con il Segretario Generale Stefano Paoloni, ha richiesto, con una nota urgente, un 
immediato intervento del Questore di Roma affinché vengano subito  poste in essere tutte quelle azioni a tutela dei colleghi, oggetto di  sistematici attacchi da parte dei clandestini trattenuti in attesa di essere rimpatriati".

Potrebbe interessarti

  • Imprenditrice cinese spende undici milioni di euro per una villa a due passi da Villa Borghese

  • Morso del ragno violino, tutto quello che è bene sapere

  • Bonus idrico: cos'è e chi può usufruirne

  • Centrifughe e frullati: eccone 8 da provare nell'estate romana

I più letti della settimana

  • Condomini aspettano i ladri sul terrazzo, li bloccano nel palazzo e li consegnano alla polizia

  • Blindati della polizia alla scuola di via Cardinal Capranica: notte d'assedio, in mattinata lo sgombero

  • Roma, incendio in via Appia Nuova: brucia autodemolitore, alta colonna di fumo nero in cielo

  • Incidente a Primavalle: si ribalta con la Porsche e scappa lasciando donna agonizzante in auto

  • Metro A, nel week end chiude la tratta tra Colli Albani e Anagnina

  • Cerveteri si prepara al Jova Beach Party: bagni vietati e stabilimenti chiusi in anticipo. Tutte le info

Torna su
RomaToday è in caricamento