homemenulensuserclosebubble2shareemailgooglepluscalendarlocation-pinstarcalendar-omap-markerdirectionswhatsappenlargeiconvideolandscaperainywarningdotstrashcar-crashchevron_lefteurocutleryphoto_librarydirectionsshoplinkmailphoneglobetimetopfeedfacebookfacebook-circletwittertwitter-circlewhatsapptelegramcamerasearchmixflagcakethumbs-upthumbs-downbriefcaselock-openlog-outeditfiletrophysent_newscensure_commentgeneric_commentrestaurant_companieslocation-arrowcarbicyclesubwaywalkingicon-cinemaicon-eventsicon-restauranticon-storesunnymoonsuncloudmooncloudrainheavysnowthunderheavysnowheavyfogfog-nightrainlightwhitecloudblackcloudcloudyweather-timewindbarometerrainfallhumiditythermometersunrise-sunsetsleetsnowcelsius

Fregene rimasta senza spiaggia: è allarme negli stabilimenti

Il mare e le ultime mareggiate hanno eroso dai 20 ai 50 metri di spiaggia negli stabilimenti di Fregene sud. A pochi giorni dall'inizio della stagione i lidi sono già in difficoltà

Stessa spiaggia stesso mare? Rischia di non essere più così a Fregene dove il mare si sta mangiando metri e metri di spiaggia lasciando storici stabilimenti e l'arenile striminziti e completamente cambiati. A riportare la notizia è il Corriere della Sera.

È quanto accaduto allo storico ritrovo dei surfisti, lo stabilimento Point Break, o al Capri o alla Perla, lidi di Fregene Sud rimasti quasi senza spiaggia dopo le ultime mareggiate. La situazione si fa ancora più critica perché la stagione è appena iniziata e alcuni stabilimenti, invece di avviare ed erogare i propri servizi si trovano a dover aggiustare le cabine danneggiate o a fare i conti con un fazzoletto di sabbia su cui apparecchiare ombrelloni e lettini.

L'allarme è lanciato, Fregene rischia di vivere una stagione 2012 drammatica con pochi frequentatori in un periodo già critico per il settore turistico.
Però, ad ascoltare quanto si dice a Fregene, un colpevole, o meglio, una causa per quanto sta accadendo c'è: sono le scogliere a Focene e Fiumicino che spingono le mareggiate verso la cittadina  balneare provocando disastri sull'arenile.

Gli imprenditori propongono una soluzione: realizzare una scogliera sottomarina da porre a circa 300 metri dalla costa, in stile barriera corallina, posta a difesa della costa e di questa idea ne sarebbero entusiasti anche i pescatori perché andrebbe a ripopolare la presenza ittica.
 

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (4)

  • Che pagliacciata il comune di Fiumicino ha permesso di distruggere la macchia mediterranea a fregene ,io ho casa lì, prima di arrivare in spiaggia c'era una bella macchia mediterranea dove per anni ,quando fregene faceva parte di Roma, vi era il divieto assoluto di costruire.E' vero era trascurata ma non si poteva e doveva costruire ,da 3 anni a questa parte ,fregene da mollti anni fa parte del comune di Fiumicini, hanno dato i permessi per costruire lungo via Viareggio distruggendo la macchia mediterranea, ed hanno costruito a ridosso degli stabilimenti . Stanno distruggendo un posto fantastico.Non si può più far indietreggiare di qualche metro gli stabilimenti come in passato si è fatto.

  • ma come è che i soldi per usare la spiaggia se li prendono i "gestori" mentre per rifare la spiaggia stessa li aspettano dalla regione/comune ecc.? Vuoi i ricavi? etieniti pure i costi!!

    • Amen

  • Ma il problema è la mancanza di afflusso della sabbia dal Tevere, a causa delle dighe e del dragaggio per l'estrazione della sabbia da costruzione.

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Trema il centro Italia: distrutte Amatrice e Accumoli. Sfollati nelle tendopoli

  • Cronaca

    Terremoto Amatrice, morti sotto le macerie

  • Cronaca

    Terremoto, Roma in prima linea. Raggi: "Offriremo mezzi e risorse"

  • Cronaca

    Terremoto: i Municipi attivano i punti raccolta per i beni di prima necessità

I più letti della settimana

  • Terremoto Amatrice, morti sotto le macerie

  • Roma, terremoto nel centro Italia: morti e feriti nel reatino. "Amatrice non esiste più"

  • Terremoto, nuova scossa avvertita anche a Roma: epicentro a Perugia

  • Turisti di Civitavecchia coinvolti in una maxi rissa in Salento: 8 feriti

  • Terremoto, in tanti vogliono fare i volontari: tutte le informazioni

  • Incendio nel Parco del Pineto: brucia la Pineta Sacchetti, evacuata casa di cura

Torna su
RomaToday è in caricamento