Resta in carcere Francesco Zampaglione per la tentata rapina in banca a Monteverde

Secondo quanto riportato dagli inquirenti, Zampaglione avrebbe compiuto un tentativo di rapina in banca perché sospinto da una situazione economico-finanziaria difficile

Resta in carcere Francesco Zampaglione, fratello del leader dei Tiromancino, arrestato giovedì pomeriggio dopo aver rapinato una banca a Monteverde a volto coperto e con una pistola a piombini. Il gip Clementina Forleo, al termine dell'udienza nel carcere di Regina Coeli, ha convalidato il fermo e ha emesso un'ordinanza di custodia cautelare in carcere.

Stando a quanto è stato riferito dagli inquirenti, il gesto di Francesco Zampaglione potrebbe essere stato dettato da una situazione economico-finanziaria difficile.

Secondo la ricostruzione del caso fornita dalla polizia, il fratello di Federico nonchè membro fondatore ed ex musicista dei Tiromancino ha tentato la rapina presso la filiale sita a Roma, minacciando alcuni dipendenti con una pistola, rivelatasi un'arma-giocattolo.

Sarebbe quindi stato messo in fuga dal cassiere della Banca Intesa di circonvallazione Gianicolense e poi fermato dagli agenti in una strada limitrofa alla filiale in cui si è consumato il tentativo di rapina

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sul Raccordo Anulare, scontro tra auto e moto: morti due giovani di 27 e 20 anni

  • Morto in un incidente sulla Tangenziale est, sbalzato dalla Smart e investito da un pullman

  • La Lazio e la passione per le moto: Finocchio e Borghesiana piangono Daniele, il giovane morto in un incidente stradale

  • Weekend a Roma: gli eventi di sabato 14 e domenica 15 settembre

  • Ikea, apre un nuovo punto nella Capitale

  • Ragazza impiccata al parco giochi, il ritrovamento dopo una notte di ricerche. Il racconto del custode

Torna su
RomaToday è in caricamento