Formello, scoperto scantinato dello spaccio: in manette pusher 40enne

In cantina conservava circa mille dosi di droga: erano destinate ai giovani di Roma Nord

I Carabinieri della Stazione di Sacrofano hanno arrestato in flagranza di reato un 40enne italiano, incensurato, con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Le segnalazioni dei genitori

L’attività è nata da alcune segnalazioni di genitori preoccupati che, nel tempo, hanno raccontato ai militari di aver scoperto che i propri figli facevano uso di stupefacenti e che la sostanza erano soliti acquistarla, soprattutto nei week-end, nel limitrofo Comune di Formello

I Carabinieri di Sacrofano, con il supporto di quelli delle Stazioni di Formello e Le Rughe, si sono messi subito sulle tracce dell’ignoto spacciatore e, una volta identificato, hanno tenuto sotto controllo la sua abitazione, notando un crescente andirivieni di giovani ragazzi. 

Il blitz nell'appartamento del pusher

Il blitz scattato nell’appartamento del sospettato ha portato i Carabinieri a scoprire che il 40enne, in uno scantinato, aveva nascosto centinaia di grammi di droga tra marijuana e hashish, pari a circa 1.000 dosi singole, la cui vendita avrebbe fruttato alle casse del pusher intorno ai 10.000 euro.

L’uomo è stato ammanettato e, a seguito del rito direttissimo, l’Autorità Giudiziaria ha disposto nei suoi confronti gli arresti domiciliari.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Detenuto evaso a Roma: portato al Pertini per un controllo scappa. Caccia all'uomo: elicottero in volo

  • Sistema la spesa in auto e viene centrata da una jeep in retromarcia: morta un'anziana

  • Getta rifiuti, ma il sacco è nero e non trasparente: multato per aver violato l'ordinanza Raggi

  • Via Battistini, auto della polizia finisce ribaltata dopo scontro con Smart: 4 feriti

  • Rischia di soffocare in un'osteria a Peschici: salvato da un turista romano

  • Metro A chiusa ad agosto, terza fase dei lavori: niente treni tra Termini e Battistini

Torna su
RomaToday è in caricamento