homemenulensuserclosebubble2shareemailgooglepluscalendarlocation-pinstarcalendar-omap-markerdirectionswhatsappenlargeiconvideolandscaperainywarningdotstrashcar-crashchevron_lefteurocutleryphoto_librarydirectionsshoplinkmailphoneglobetimetopfeedfacebookfacebook-circletwittertwitter-circlewhatsapptelegramcamerasearchmixflagcakethumbs-upthumbs-downbriefcaselock-openlog-outeditfiletrophysent_newscensure_commentgeneric_commentrestaurant_companieslocation-arrowcarbicyclesubwaywalkingicon-cinemaicon-eventsicon-restauranticon-storesunnymoonsuncloudmooncloudrainheavysnowthunderheavysnowheavyfogfog-nightrainlightwhitecloudblackcloudcloudyweather-timewindbarometerrainfallhumiditythermometersunrise-sunsetsleetsnowcelsius

La leggenda della Fiamma Nera di Mussolini

Il varo della Konigin II nel 1912. Regalata a Mussolini nel 1931 venne poi affondata dopo l'8 settembre del 1943 nelle acque di Rapallo

La Konigin II nel 1920

Dai cantieri tedeschi Abeking & Rasmussen a Mafia Capitale. Nel mezzo oltre un Secolo di storia e leggenda. E' la "Fiamma Nera", l'imbarcazione appartenuta a Benito Mussolini e ritrovata, a distanza di oltre 70 anni, nella disponibilità di unimprenditore. Il natante, affondato dopo l'8 settembre del '43 nelle acque di Rapallo (in Liguria) per non farlo cadere nelle mani dei nazisti, è infatti stato sequestrato dalla Guardia di Finanza, assieme a beni per 28 milioni di euro, "dopo essere stati concessi in locazione alla cooperativa 'Domus Caritatis', legalmente rappresentata da Tiziano Zuccolo, nonché al consorzio di cooperative sociali 'Eriches 29' di Salvatore Buzzi, tra i principali indagati nella nota inchiesta Mafia Capitale".

LA KONIGIN II - A spiccare fra i beni sequestrati appunto la barca del Duce, un due alberi varato per il Barone Von Dazur Hannover nel 1912 con il nome di "Konigin II". Nel 1935 il natante venne acquistato dal gerarca fascista Alessandro Parisi Nobile, grande amico di Mussolini, che la regalò al Duce ribattenzandolo "Fiamma Nera". La leggenda narra che a bordo dell'imbarcazione il Duce si incontrasse con Claretta Petacci, con l'Istituto Luce che immortalò Mussolini mentre passeggiava sull'imbarcazione. 

AFFONDATA A RAPALLO - La nave, dopo essere stata usata per quasi un decennio per ospitare gli incontri fra il Duce e la Petacci, cadde in disgrazia dopo la Liberazione degli Alleati (8 settembre 1943) con l'armatore che decise di affondarla a largo di Rapallo per evitare che cadesse nella mani dei nazisti. Il natante rimase sui fondali del mar Ligure sino agli anni del dopoguerra, quando venner recuperta dal Conte Sereni che la ribbattezzò "Serenella".

ESTRELLA DE GUARAJA - Una storia travagliata quella della "Konigin II" che nel 1956 passò nelle mani del Principe Cremisi, che la ribattezzò nuovamente chiamandola "Estrela de Guaruja". Ritornata poi ad essere la "Konigin II" nella sua storia più recente venne ormeggiata a Fiumicino per essere utilizzata come nave scuola del Circolo della Vela di Roma. Nel 2002 prese parte alle Vele d’Epoca di Imperia e venne noleggiato dal Cts Ambiente per una campagna di monitoraggio delfini nel Mare Tirreno. Sino all'ultimo restauro (2006-2010). 

IL SEQUESTRO - Dopo una serie di passaggi di proprietà e vari cambi di denominazione, la Konigin II è stata infine acquistata da una delle società sottoposte a sequestro, le cui quote, inizialmente intestate al figlio dell’imprenditore destinatario del provvedimento di sequestro, sono state successivamente trasferite ad uno dei “prestanome”.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Politica

      Addio alle Olimpiadi Roma 2024, in settimana il no ufficiale del M5s

    • Cronaca

      In ospedale con una ferita all'orecchio: "Mi hanno sparato, ma non so chi è stato"

    • Cronaca

      Terremoto: 290 morti. Ad Amatrice si indaga sul crollo della scuola

    • Cronaca

      Amatrice isolata, chiuso il ponte a Tre Occhi: almeno 3 giorni per la bretella sostitutiva

    I più letti della settimana

    • Terremoto Amatrice: i nomi delle vittime

    • Terremoto Amatrice, morti sotto le macerie

    • Terremoto, nuova scossa avvertita anche a Roma: epicentro a Perugia

    • Roma, terremoto nel centro Italia: morti e feriti nel reatino. "Amatrice non esiste più"

    • Terremoto, in tanti vogliono fare i volontari: tutte le informazioni

    • Incendio nel Parco del Pineto: brucia la Pineta Sacchetti, evacuata casa di cura

    Torna su
    RomaToday è in caricamento