Boccea: fiaccolata per Luca Varani, in prima fila i genitori promotori dell'iniziativa

Appuntamento il prossimo 19 maggio davanti al chiesa di Santa Gemma in piazza del Castello di Porcareccia

Luca Varani

Ci saranno anche i genitori di Luca Varani, Silvana e Giuseppe che per la prima volta parteciperanno a una iniziativa pubblica. In prima fila, durante la fiaccolata per ricordare il figlio ucciso il 4 marzo 2016 in un appartamento di via Igino Giordani, a Colli Aniene, al loro fianco ci saranno i cugini e la fidanzata di Luca, Marta Gaia, e poi gli amici, i parenti e quanti vorranno partecipare. La fiaccolata è stata organizzata dal Comitato “Noi siamo Luca – Giustizia per Luca Varani”. L'appuntamento è per venerdì 19 maggio alle ore 21 davanti al piazzale antistante alla chiesa di Santa Gemma, in piazza del Castello di Porcareccia, la stessa dove sono stati celebrati i funerali di Luca Varani, nel quartiere Boccea

LA FIACCOLATA - La fiaccolata si snoderà lungo il seguente percorso: via di Santa Gemma, via di Boccea, via della Cellulosa, via Santa Seconda e si concluderà con l'arrivo davanti alla chiesa di Santa Rita, vicolo di Casalotti. Sullo striscione portato dai genitori di Luca, dai cugini e dagli zii ci sarà la scritta “Noi siamo Luca – Giustizia per Luca Varani”

OMICIDIO VARANI - Per l'omicidio di Luca Varani, che secondo la Procura non può essere definito solo un omicidio premeditato ma un delitto aggravato "dalla crudeltà" e dai "motivi futili e abietti", sono imputati due giovani romani: Manuel Foffo già condannato a 30 anni di reclusione con rito abbreviato e Marco Prato. Quest'ultimo, avendo scelto il rito ordinario, è in attesa della prima udienza prevista per il prossimo 12 giugno. 

INIZIATIVA DEI GENITORI - "Crediamo non debbano esistere morti di serie A e di serie B. Purtroppo si sa poco su chi era Luca, anche perché i genitori, Silvana e Giuseppe, sono persone estremamente provate e molto sensibili che hanno rifiutato quasi tutte le interviste, anche private – raccontano amici e conoscenti di Luca –. Sono stati proprio i suoi genitori a volere una iniziativa che ricordasse loro figlio. Così è nata l'idea di organizzare una fiaccolata, affinché gli venga resa finalmente giustizia ".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

IL SORRISO DI LUCA - Chi ha conosciuto Luca Varani lo ricorda come un ragazzo dolcissimo, sempre sorridente, pronto a parlare con tutti e aiutare chi avesse bisogno. Luca lavorava col padre, lo aiutava col camioncino mobile di dolciumi e andavano in giro per le fiere e le feste nei dintorni di Roma. "Col suo sorriso era una calamita per i clienti. Era educato, un ragazzo straordinario, rispettoso dei genitori e della madre – continuano a ricordarlo chi gli voleva bene -. Sono stati preparati dei manifesti da affiggere nelle vie del quartiere e dei volantini da distribuire nei negozi, nell'edicola e in parrocchia, così che chi vorrà stare vicino alla famiglia Varani e ricordare Luca potrà farlo". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Roma, la mappa del contagio dopo il lockdown: ecco in quali quartieri sono aumentati di più i contagi

  • Coronavirus, a Roma 17 nuovi contagi. Positivo bimbo di un anno a Civitavecchia

  • Coronavirus: a Roma 23 casi e tra loro anche un bimbo di nove anni, sono 28 in totale nel Lazio. I dati Asl del 9 luglio

  • Cornelia, rissa in pieno giorno paralizza quartiere: tre feriti. Danni anche ad un negozio

  • Castel Sant'Angelo, in bilico sul cornicione del ponte a tre metri dal Tevere

  • Coronavirus: a Roma 12 nuovi casi, sono 23 in totale nel Lazio. I dati Asl del 10 luglio

Torna su
RomaToday è in caricamento