menulensuserclosebubble2shareemailgoogleplusstarcalendarlocation-pinwhatsappenlargeiconvideolandscaperainywarningdotstrashcar-crashchevron_lefteurocutleryphoto_librarydirectionsshoplinkmailphoneglobetimetopfeedfacebookfacebook-circletwittertwitter-circlewhatsappcamerasearchmixflagcakethumbs-upthumbs-downbriefcaselock-openlog-outeditfiletrophysent_newscensure_commentgeneric_commentrestaurant_companiessunnymoonsuncloudmooncloudrainheavysnowthunderheavysnowheavyfogfog-nightrainlightwhitecloudblackcloudcloudyweather-timewindbarometerrainfallhumiditythermometersunrise-sunsetsleetsnowcelsius

"Dammi 50mila euro e ti lascio stare": si finge marito tradito per estorcere denaro

Lo scorso pomeriggio, in piazza San Felice da Cantalice, la vittima si è presentata all'appuntamento prefissato con il suo aguzzino ma ad attendere il malintenzionato c'erano i carabinieri

Immagine di repertorio

"Dammi 50mila euro e ti lascio stare". Si era finto un marito tradito per estorcere denaro ad un commerciante. I Carabinieri della Stazione di Roma Centocelle, dopo una breve indagine, hanno arrestato un uomo di 45 anni di origini albanesi, che si è finto il compagno di una donna con la quale un commerciante romano di 31 anni aveva avuto una relazione.

FINTO MARITO - Lo straniero, si è presentato dal commerciante, minacciandolo di rendere noti i dettagli di una relazione che l'uomo aveva avuto in passato con una ragazza della quale si fingeva marito, chiedendo cinquantamila euro per il silenzio.

L'aguzzino, presentatosi sotto falso nome, e trincerandosi dietro l'appartenenza ad un pericoloso gruppo criminale albanese, gli aveva intimato di pagare minacciandolo di morte.

LA DENUNCIA - Sebbene single e tranquillo di non dover nulla temere, ma esasperato dai continui pedinamenti e per evitare eventuali azioni pericolose da parte del 45enne, la vittima ha quindi deciso di denunciare tutto ai Carabinieri.

ARRESTATO - E così lo scorso pomeriggio, in piazza San Felice da Cantalice a Centocelle, la vittima si è presentata all'appuntamento prefissato con l'albanese per la consegna di parte dei soldi richiesti. Ad attendere il malintenzionato, però, c'erano anche i Carabinieri che dopo la consegna del denaro lo hanno subito bloccato ed arrestato.

Il denaro è stato restituito alla vittima mentre l'estorsore è stato giudicato con rito direttissimo. L'arresto è stato convalidato ed è stata disposta la sua custodia cautelare in carcere a Rebibbia in attesa del processo.
 

Potrebbe interessarti

Commenti

    Più letti della settimana

    • Cronaca

      Meteo a Roma, forte vento sulla Capitale: allerta della Protezione Civile

    • Incidenti stradali

      Incidente in via Appia, motociclista contro auto: morto decapitato

    • Cronaca

      Omicidio a Prati: gestore di una vineria ucciso da un tassista

    • Cronaca

      Sciopero a Roma, il 31 maggio metro e bus a rischio

    Torna su