Accusa la ragazza di furto, per lavare l'onta subita il fidanzato gli estorce 650 euro

Denunciata anche la ragazza del giovane ammanettato dai carabinieri. Il furto durante un corso serale per il conseguimento del diploma

Due innamorati romani di 36 e 20 anni sono finiti nei guai dopo avere estorto 650 euro ad un 21enne romano; lui è stato arrestato mentre lei è stata denunciata dai Carabinieri della Stazione Roma San Giovanni, al termine di un’accurata indagine. All’origine della vicenda, la necessità del fidanzato di lavare l’onta subita dalla sua amata dopo essere stata infamata dal 20enne.  

CORSO SERALE - Fidanzata e il ragazzo vittima dell’estorsione frequentano un corso serale per conseguire un diploma di scuola superiore; nei giorni scorsi il ragazzo ha subito il furto di 400 euro dal proprio portafogli, manifestando sospetti sulla compagna di classe.

SCUSE SU GRUPPO WHATSAPP - A seguito di ciò il fidanzato della ragazza diffamata si è presentato direttamente  a scuola, affrontando colui che aveva osato diffamare la ragazza, intimandogli di diffondere un messaggio di scuse sul gruppo Whatsapp della classe e poi a titolo di risarcimento consegnargli 650 euro, vantando il proprio profilo criminale e minacciandolo fisicamente.

AIUTO AI CARABINIERI - All’ultima pretesa ancora di altre 450 euro il giovane esausto ha pertanto chiesto l’aiuto dei Carabinieri della Stazione San Giovanni che si sono subito attivati, presentandosi ad un appuntamento concordato, arrestando l’estorsore che è stato condotto a Regina Coeli.

ESTORSIONE - Il soggetto già noto alle forze dell’ordine è stato inoltre denunciato per il porto ingiustificato di una mazza di legno. Denunciata per concorso nel reato di estorsione anche la giovane fidanzata con la quale si accompagnava.