Da Torre Angela ai quartieri della movida per vendere eroina, due arresti

Sono stati i militari della Guardia di Finanza a risalire alla casa della coppia arrestata per spaccio

Parte dell'eroina trovata dalla Finanza a Torre Angela

Sono arrivati a loro indagando nell'ambito dei pusher che gravitano nei quartieri della movida capitolina. Così i militari del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Roma, nell’ambito dei servizi volti alla prevenzione e repressione dello spaccio di sostanze stupefacenti, hanno individuato e tratto in arresto, in zona Torre Angela, due soggetti di origine gambiana in in possesso di diverse dosi di sostanze stupefacenti, pronte per essere messe in commercio nel mercato locale.

I movimenti dei due cittadini gambiani, notati diverse volte nei pressi di alcuni locali notturni della “movida” romana, hanno indotto i Finanzieri del 3° Nucleo Operativo Metropolitano a monitorare, per un ristretto arco temporale, ogni loro spostamento. 

Le Fiamme Gialle, nel seguire i movimenti dei due soggetti, sono riuscite a risalire a due appartamenti nella zona della periferia est della Capitale, nella disponibilità dei due pusher extracomunitari, che venivano utilizzati come basi dello spaccio. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nel corso delle successive perquisizioni locali d’iniziativa presso le due abitazioni, i militari hanno rinvenuto, presso il primo appartamento, 10 grammi di eroina, un bilancino di precisione, 1000 euro in contanti e altro  materiale per il confezionamento delle singole dosi, tutto occultato all’interno di un’intercapedine abilmente ricavata dietro una scarpiera, mentre, presso la seconda abitazione,  8 involucri, contenenti un totale di altri 20 grammi di eroina, un bilancino di precisione, 400 euro e due telefoni cellulari, tutto riposto in un marsupio custodito all’interno di un cassetto.

Dalle analisi effettuate è emerso come la sostanza stupefacente sequestrata fosse di “primissima” qualità e quindi ancora da sottoporre al “taglio” con altre sostanze. Il quantitativo sottoposto a sequestro, dopo le operazioni di taglio, avrebbe consentito ai due pusher gambiani di ricavare oltre 10.000 euro.

Al termine delle operazioni, i due spacciatori sono stati tratti in arresto, peraltro uno era già gravato da precedenti penali in materia di droga ed irregolare sul territorio italiano, 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L’attività svolta testimonia l’incessante azione di contrasto al traffico e allo spaccio di sostanze stupefacenti da parte delle Fiamme Gialle sulle principali piazze della Capitale
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Intervengono per sgomberare un appartamento abitato da un'anziana e trovano deposito d'armi

  • Coronavirus: positivi due minori della stessa famiglia, chiusi ristorante e centro estivo sulla Casilina

  • Temporale Roma, bomba d'acqua e gradinata sulla zona est della Capitale

  • Coronavirus, a Roma 11 casi. In totale nel Lazio 14 nuovi contagi. I dati delle Asl

  • Coronavirus: undici nuovi contagi nel Lazio, chiusi ristorante e centro estivo nella periferia est

  • Sciopero a Roma: venerdì 10 luglio a rischio metro e bus, gli orari e le fasce di garanzie

Torna su
RomaToday è in caricamento