L’ENS celebrerà a Roma la Giornata Mondiale del sordo

Il 23 e 24 settembre si celebrerà il 65° Anniversario di Fondazione della Federazione Mondiale dei Sordi

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di RomaToday

L'Ente Nazionale Sordi, il 23 e 24 settembre pp.vv., celebrerà il 65° Anniversario di Fondazione della Federazione Mondiale dei Sordi e la Giornata Mondiale del Sordo 2016. Entrambi gli eventi rientrano nel più vasto programma della Settimana Internazionale del Sordo 2016, prevista dal 19 al 25 settembre 2016. Il tema centrale della Settimana è ben sintetizzato dalla frase simbolo della manifestazione "Con la Lingua dei Segni, io sono uguale".

Venerdì 23, in occasione del 65° Anniversario di Fondazione della Federazione Mondiale dei Sordi, ci sarà il taglio del nastro per l'apertura delle celebrazioni e lo svolgimento di un Convegno, dalle ore 15.30 alle ore 19.30, dal titolo "Settimana d'azione per i diritti e salvaguardia dell'identità sorda e della cultura sorda", presso la sede dell'Ente Nazionale Sordi, sita in Via Gregorio VII n. 120 a Roma.

Sabato 24 invece si celebrerà la Giornata Mondiale del Sordo. L'appuntamento per il raduno a Piazza della Repubblica, a Roma, sarà a partire dalle 11.00. I partecipanti al corteo riceveranno magliette da indossare e palloncini, il corteo partirà alle 14:00 proprio da Piazza della Repubblica per poi proseguire verso Via delle Terme di Diocleziano, Via Giovanni Amendola passando poi per Via Cavour, Largo Corrado Ricci e Via dei Fori Imperiali, concludendosi poi a Piazza Madonna del Loreto, la Piazza antistante a Piazza Venezia. Qui si terranno una serie di esibizioni di artisti sordi - tra cui per esempio Laura&Lucia che proporranno l'inno della LIS e la presentazine di "Namastè", il nuovo videoclip estratto dall'ultimo album delle Nuove Tribù Zulu "Namastè Om Shanti EP", con la partecipazione del Coro Mani Bianche Roma, un gruppo di ragazzi e adulti sordi che utilizzando la Lingua dei Segni descrive coreograficamente il testo della canzone attraverso il movimento delle mani - atte a sensibilizzare le Istituzioni e l'opinione pubblica affinché aumenti sempre più la consapevolezza sulle esigenze specifiche dei cittadini sordi, in tema di accesso all'informazione, alla comunicazione, in campo educativo, lavorativo e in tutti gli ambiti della vita quotidiana

Torna su
RomaToday è in caricamento