Emanuela Orlandi, il ritrovamento di due ossari in Vaticano "riapre" il caso

Ritrovate migliaia di ossa, potrebbero esserci anche quelle di mia sorella". Così Federica Orlandi, sorella della 15enne Emanuela Orlandi sparita a Roma il 22 giugno 1983

Le operazioni al Campo Santo Teutonico nell'ambito delle incombenze istruttorie del caso Orlandi. Città del Vaticano, 20 luglio 2019

E' Federica Orlandi, sorella della 15enne Emanuela Orlandi sparita a Roma il 22 giugno 1983, a parlare dopo l'ennesima svolta nel caso della scomparsa della cittadina vaticana. "Potrebbero esserci le ossa di mia sorella... però non ci pensiamo finché non abbiamo il risultato".

All'ombra della basilica di San Pietro sono stati infatti aperti due ossari individuati in un'area del Campo Santo Teutonico attigua alle tombe della Principessa Sophie von Hohenlohe e della Principessa Carlotta Federica di Mecklenburgo trovate vuote settimana scorsa.

Alle operazioni ha partecipato anche l'avvocato della famiglia Orlandi Laura Sgrò entrata in Vaticano qualche minuto prima delle 9 insieme al genetista Giorgio Portera.

emanuela orlandi tombe vaticano-2-2

"Sono state ritrovate migliaia di ossa, lunghe piccole e frammentate: ammucchiate in cavità. Servirà una diagnosi strumentale per capire se si tratta di ossa che risalgono a decine di anni o centinaia di anni fa. Sono molte tipologie, molte craniche, di adulti ma anche no" spiega Portera parlando in piazza del Sant'Uffizio al termine delle operazioni. Le analisi dei resti proseguiranno sabato prossimo.

"Il caso è assolutamente aperto. Dobbiamo capire se all'interno del teutonico ci siano le ossa del teutonico o anche altre ossa. Ritengo necessario che all'accertamento scientifico segua un accertamento documentale su un registro dei movimenti che ci sono stati all'interno del cimitero altrimenti è difficile districarsi in un numero così elevato di reperti".

Si ricorda che la scorsa settimana erano state aperte due tombe sempre nell'ambito delle incombenze istruttorie della vicenda della ragazza figlia di un commesso vaticano scomparsa 36 anni fa. Le tombe, che appartenevano a due principesse, erano state trovate vuote. Quindi il ritrovamento di due ossari nel cimitero Teutonico che hanno fatto ipotizzare lo spostamento dei resti delle principesse in seguito a interventi strutturali che nel tempo sono stati fatti nelle due tombe del cimitero vaticano.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia in via Cassia, auto contro un pilone: due morti

  • In bilico sul balcone si lascia cadere nel vuoto, salvata dalla polizia fra gli applausi dei residenti

  • Sciopero, oggi a rischio bus Cotral e Roma Tpl: gli orari e le linee interessate

  • Meteo Roma, peggiorano le previsioni: l'allerta diventa "codice arancione"

  • Mercatini di Natale a Roma: tutti quelli da non perdere

  • Maltempo a Roma, un'altra strage di alberi: strade chiuse e auto schiacciate dai rami 

Torna su
RomaToday è in caricamento