Corviale: droga da vendere nascosta nell'albero, due arresti

Sono diciassette gli spacciatori arrestati dai carabinieri in poche ore. Sequestrato un chilo di droga già divisa in dosi

Diciassette pusher in manette ed un chilo di droga sequestrata. E' il bilancio di mirati servizi antidroga predisposti dai Carabinieri del Comando Provinciale di Roma nel corso del weekend. Recuperate dosi di hashish, marijuana, eroina, cocaina e shaboo e circa 6.300 euro in contanti, ritenuti provento delle attività illecite. Gli arresti sono stati eseguiti a Corviale, Trastevere, Termini, San Lorenzo, San Basilio, Primavalle, Tor Marancia e l'Eur.

I PUSHER - In manette sono finiti 9 cittadini italiani, sette di Roma, uno di Tivoli e uno di Palermo, 2 cittadini della Nigeria, 2 cittadini del Gambia, 3 delle Filippine e 1 della Somalia, molti di loro già noti alle forze dell’ordine, di età compresa tra i 19 e i 60 anni. I Carabinieri hanno colto in flagranza i pusher che cedevano dosi di droga a giovani e tossicodipendenti, anche loro identificati e segnalati all’Ufficio Territoriale del Governo in qualità di assuntori abituali di droghe.

DROGA IN CASSAFORTE - In particolare, in via Arcevia a San Basilio, i Carabinieri hanno fermato un 31enne romano sorpreso a consegnare la droga ad un acquirente, dopo averla prelevata da un vano di un contatore del gas sulla via, dove occultava le dosi. A casa di uno degli arrestati, a Tor Marancia, i Carabinieri hanno rinvenuto la droga occultata in una cassaforte nascosta in bagno.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

DROGA NELL'ALBERO - Invece, in via Poggio Verde, al Corviale, due giovani pusher sono stati fermati mentre prelevavano la droga da un albero, dove nascondevano le dosi, certi di eludere i controlli. Gli arrestati dovranno rispondere a vario titolo di spaccio e detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Cinque di loro sono stati portati in carcere a Regina Coeli, cinque sono stati accompagnati presso le loro abitazioni agli arresti domiciliari e sette trattenuti in caserma in attesa del rito direttissimo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: positivi due minori della stessa famiglia, chiusi ristorante e centro estivo sulla Casilina

  • Coronavirus Roma, positivi al test sierologico dipendenti del Comune: martedì sanificazione degli uffici

  • Temporale Roma, bomba d'acqua e gradinata sulla zona est della Capitale

  • Coronavirus: undici nuovi contagi nel Lazio, chiusi ristorante e centro estivo nella periferia est

  • Coronavirus, a Roma sette nuovi casi: undici in totale nel Lazio

  • Coronavirus, a Roma città tre nuovi casi: trend in calo per i pazienti in terapia intensiva

Torna su
RomaToday è in caricamento