"C'è posta per te": entrano in casa, la rapinano e la sequestrano per due ore

L'incubo è stato vissuto da una donna nel suo appartamento ai Colli Portuensi. Indaga la polizia

Ha aperto la porta ad un uomo che al citofono si è presentato come un postino che doveva consegnarli un pacco. Poi l'inizio dell'incubo con la donna che si è trovata in casa due uomini armati di pistola che l'hanno minacciata, rapinata, imbavagliata e rinchiusa nel bagno della sua casa. Riuscita a liberarsi da sola dopo quasi 2 ore la signora è stata trovata in stato di choc dalla polizia. La giornata di terrore è stata vissuta da una donna di 53 anni in un appartamento in zona Colli Portuensi.

La rapina choc ha preso corpo intorno alle 10:40 di martedì 26 marzo quando il fantomatico postino ha citofonato all'appartamento della donna in via Ferdinando Palasciano. La 53enne apre il portone e la porta ma improvvisamente si trova in casa con due uomini con i volti travisati fra i quali uno armato di pistola. 

Con i due rapinatori oramai dento casa sua, la donna viene rapinata di oro, gioielli, denaro e tre borse di marca. Poi le minacce mentre i due banditi comunicano via walkie talkie con una terza persona, presumibilemte il 'palo' di vedetta in strada. 

Al fine di terminare il 'lavoro' in tranquillità ed allontanarsi senza grane,  i due rapinatori legano la donna con delle fascette di plastica, la imbavagliano con del nastro isolante e la sequestrano nel bagno di casa sua. A quel punto i due hanno iniziato a lavorare con una sega circolare su due casseforti che erano presenti in casa e che hanno trovato però vuote. Poi i due si allontanano uscendo dalla porta di casa.

Rinchiusa nel bagno e sotto choc la donna riesce a liberarsi dopo diverse ore con delle forbicine con le quali riesce a tagliare le fascette. Nel frattempo era stata anche allertata la polizia dalla figlia, dopo che il vicino di casa l'aveva allarmata per aver notato degli strani movimenti in casa della 53enne. 

Intorno alle 12:30, arriva la Polizia con gli agenti del Reparto Volanti e quelli del commissariato San Paolo. Sotto choc e tremante la donna racconta l'incubo appena vissuto agli investigatori. A rapinarla il finto postino, un italiano, assieme ad un complice con accento dell'est Europa. Provata la donna non ha riportato conseguenze fisiche. Sul caso indaga la polizia. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sul Raccordo Anulare, scontro tra auto e moto: morti due giovani di 27 e 20 anni

  • Morto in un incidente sulla Tangenziale est, sbalzato dalla Smart e investito da un pullman

  • Ikea, apre un nuovo punto nella Capitale

  • La Lazio e la passione per le moto: Finocchio e Borghesiana piangono Daniele, il giovane morto in un incidente stradale

  • Incidenti stradali a Roma, giovedì di sangue: tre morti e una bimba di 10 anni in gravi condizioni

  • Sciopero Cotral: venerdì 20 settembre a rischio il servizio extraurbano della Regione Lazio

Torna su
RomaToday è in caricamento