Choc all'Esquilino: donna morta in casa, aveva un sacchetto di plastica in testa

La 52enne ha lasciato una lettera testamento. Vicino al cadavere una bombola del gas da campeggio

Immagine di repertorio

Choc all'Esquilino dove una donna è stata trovata morta in casa. La macabra scoperta da parte della badante della 52enne che, una volta entrata nell'appartamento, ha trovato la signora riversa in terra con un sacchetto di plastica in testa e vicino una bomboletta del gas di quelle utilizzate per il campeggio. Accanto a lei una lettera d'addio. 

La scoperta è stata fatta intorno alle 15:00 di venerdì 22 marzo in un'abitazione di viale Manzoni. Allertati i soccorritori, il personale medico del 118 nulla ha potuto se non constatare il decesso della donna. Il ritrovamento di una lettera testamento scritta poco prima del rinvenimento del cadavare fa propendere gli investigatori per il suicidio. 

Sul posto per indagare sull'accaduto sono intervenuti gli agenti dei commissariati Esquilino e San Giovanni. In viale Manzoni anche la polizia scientifica. Gli inquirenti procedono al momento con l'ipotesi del gesto volontario, ma non escludono al momento nessuna ipotesi investigativa. Sul corpo non sono stati trovati segni evidenti di violenza ma sarà l'autopsia, disposta dall'Autorità Giudiziaria, a chiarire le cause della morte. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sul Raccordo Anulare, scontro tra auto e moto: morti due giovani di 27 e 20 anni

  • Sciopero, a Roma lunedì 16 settembre a rischio i bus in periferia

  • Morto in un incidente sulla Tangenziale est, sbalzato dalla Smart e investito da un pullman

  • Weekend a Roma: gli eventi di sabato 14 e domenica 15 settembre

  • La Lazio e la passione per le moto: Finocchio e Borghesiana piangono Daniele, il giovane morto in un incidente stradale

  • Ragazza impiccata al parco giochi, il ritrovamento dopo una notte di ricerche. Il racconto del custode

Torna su
RomaToday è in caricamento