Magliana: donna trovata morta semi carbonizzata vicino ad un'auto

Il ritrovamento alle 5 di questa mattina ad opera dei vigili del fuoco, intervenuti per spegnere l'incendio dell'auto. Si tratta di Sara Di Pietrantonio, giovane di 22 anni

L'auto della giovane portata via dal luogo del ritrovamento

Il cadavere di una ragazza, semi carbonizzato, è stato ritrovato nei pressi di un'auto in fiamme nella notte nella zona della Magliana. Il ritrovamento, alle 4.50 in via Magliana 1090, non lontano da un ristorante, da parte dei vigili del fuoco. Il corpo si trovava a 300 metri dall'auto ed è stato segnalato da un passante durante le operazioni di spegnimento dell'auto. "Correte, c'è un altro focolaio", la segnalazione.

L'intervento dei pompieri era stato richiesto per spegnere un'auto in fiamme, una Toyota Yaris. Durante le operazioni, a pochi metri tra le sterpaglie, è stata ritrovata la ragazza. Sul posto sono successivamente intervenute le volanti della polizia, il locale commissariato, la scientifica e la squadra mobile. La zona è stata delimitata e battuta palmo a palmo dalla scientifica, a caccia di possibili indizzi utile ad indirizzare le indagini.

LA VITTIMA - Dai rilievi effettuati la vittima si è scoperto essere una ragazza italiana, di 22 anni, Sara Di Pietrantonio. Secondo quanto si apprende è residente in zona, nel quartiere denominato Spallette, non lontano da Malagrotta. L'identificazione è stata effettuata dalla madre. Partendo infatti dalla targa si è scoperta l'intestataria dell'auto, appunto la madre della studentessa universitaria. Quest'ultima, accompagnata dal marito, ha identificato la vittima.

LE INDAGINI - Non è esclusa nessuna ipotesi, dall'incidente all'omicidio. Non viene escluso dagli inquirenti infatti che l'auto possa aver preso fuoco per cause accidentali. Resterebbe da capire il perché il corpo della giovane sia stato trovato poi tra le sterpaglie. La squadra mobile ha ascoltato i familiari per ricostruire le ultime ore di vita della ragazza. Secondo quanto si apprende, la Toyota bruciata è intestata alla madre della giovane. Proprio quest'ultima sarebbe l'ultimo contatto con la 22enne vittima. Alle 3 infatti la madre avrebbe telefonato a Sara per chiederle dove fosse e la 22enne l'ha rassicurata dicendo che di lì a poco avrebbe fatto ritorno a csa.

ACCERTAMENTI - Il magistrato di turno ha aperto un fascicolo si indagine. Disposta l'acquisizione delle telecamere di videosorveglianza di un'azienda che si trova nei pressi del luogo del ritrovamento.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente via Cassia: bus contro un albero, ambulanze sul posto. Ventinove feriti

  • Weekend a Roma: gli eventi di sabato 19 e domenica 20 ottobre

  • Salvini a Roma: in 40mila in piazza per il leader della Lega. Strade chiuse e bus deviati

  • Sciopero generale venerdì 25 ottobre, dai trasporti alla scuola: Roma a rischio caos

  • Insegue scooterista e lo travolge con l'auto, poi le minacce: "Se non ti ho ammazzato oggi lo farò domani"

  • Il concorso per lavorare in Senato: ecco come candidarsi

Torna su
RomaToday è in caricamento