Donna completamente nuda grida volgarità in spiaggia

Si denuda completamente in spiaggia urlando volgarità: è quanto a successo a Ladispoli in uno stabilimento balneare. A compiere il gesto osceno una donna di Capoverde insieme alla figlia che sono state arrestate dopo una breve collutazione con le forze dell'ordine

Atti osceni e resistenza e lesioni a pubblico ufficiale: è questa l'accusa con cui una donna di Capoverde di cinquantacinque anni è stata arrestata ieri pomeriggio nello stabilimento balneare "Roma" di Ladispoli insieme alla figlia ventiseenne.

La donna, improvvisamente e probabilmente sotto l'effetto dell'alcool, ha iniziato a inveire con fasi volgari verso i bagnanti e la clientela dello stabilimento, per lo più bambini, poi si è completamente spogliata mimando gesti anche in questo caso volgari e con l'aiuto della figlia ha iniziato a rivoltare tavoli e sedie del bar dello stabilimento.

Per placare la situazione di disagio creatasi un agente della polizia, libera dal servizio, ha tentato di riportare la situazione alla calma, invitando la donna a rivestirsi. A quel punto la donna, aiutata dalla figlia, ha cominciato a danneggiare le strutture dello stabilimento.

Successivamente si è reso necessario l'intervento anche degli agenti del Commissariato di Fiumicino e dei carabinieri e al termine di una breve colluttazione le due donne sono state bloccate ed arrestate.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • O' Principe di Tor Bella Monaca, spaccio h24 e vita in stile Gomorra: così la palazzina è diventata il suo fortino

  • Tor Bella Monaca, stroncata la piazza di spaccio del Principe: fruttava 200mila euro al mese

  • Sciopero Roma Tpl, lunedì 18 novembre a rischio i bus in periferie: orari e fasce di garanzia

  • Pizza Awards Italia 2019, Roma stupisce: ecco le migliori pizze della Capitale (e del Lazio)

  • Sushi "all you can eat" a Roma: 10 ristoranti giapponesi da provare

  • Incidente a Romanina: scontro tra auto, morta una mamma. Grave la figlia

Torna su
RomaToday è in caricamento