Scende dal treno ma il figlio piccolo rimane sul convoglio, interviene la PolFer e li fa riabbracciare

Gli agenti hanno contattato il capotreno che lo ha individuato, riuscendo a farlo ricongiungere al genitore nella stazione di Montalto di Castro

Immagine di repertorio

Mio figlio piccolo è rimasto sul treno, aiutatemi". Questa la richiesta che un passeggero ha fatto agli agenti della Polizia Ferroviaria per il Lazio dopo essere sceso da un convoglio alla stazione Termini.

In particolare, nel pomeriggio dello scorso 2 aprile, l’attenzione degli agenti in servizio presso la Sottosezione Polizia Ferroviaria di Civitavecchia, nel corso del servizio di vigilanza, è stata attirata dalle urla di un cittadino bengalese in forte stato di agitazione poiché il figlio minorenne, con cui viaggiava sul treno proveniente da Roma Termini, non era riuscito a scendere. 

L’uomo, in preda al panico in quanto il ragazzo non parlava italiano e non aveva con se alcun cellulare, è stato subito tranquillizzato dagli agenti, i quali, tramite il telefono di servizio, hanno contattato il capotreno che lo ha individuato, riuscendo a farlo ricongiungere al genitore nella stazione di Montalto di Castro.
 

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Roma usa la nostra Partner App gratuita !

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente via Cassia: bus contro un albero, ambulanze sul posto. Ventinove feriti

  • Sciopero generale venerdì 25 ottobre, dai trasporti alla scuola: Roma a rischio caos

  • Weekend a Roma: gli eventi di sabato 19 e domenica 20 ottobre

  • Incidente sul Raccordo: auto ribaltata allo svincolo Centrale del Latte, Irene cerca testimoni

  • Insegue scooterista e lo travolge con l'auto, poi le minacce: "Se non ti ho ammazzato oggi lo farò domani"

  • Il concorso per lavorare in Senato: ecco come candidarsi

Torna su
RomaToday è in caricamento