Tragedia in carcere: detenuto si impicca in cella e muore. E' il secondo decesso in 24 ore

Il sindacato Ug dei "baschi azzurri": "Vigileremo al fine di evitare che questa tipologia di detenuti vengano lasciati alla sola gestione della Polizia Penitenziaria"

Il carcere di Velletri

Due morti in 24 ore nel carcere di Velletri. Dopo il decesso del detenuto Italiano 50enne, morto nella notte tra sabato 3 e domenica 4 novembre per un malore. Nella serata di domenica 4  un altro detenuto Italiano di giovane età si è tolto la vita impiccandosi con una corda rudimentale legata alle sbarre della finestra della propria cella. Tempestivi sono stati i soccorsi dei sanitari del Penitenziario, che hanno immediatamente messo in atto ogni mezzo di rianimazione per cercare di salvargli la vita, ma purtroppo è stato inutile, il detenuto è deceduto quasi sul colpo. 

A darne notizia è il sindacalista dell'Ugl Polizia Penitenziaria Carmine Olanda che pochi giorni fa aveva denunciato alcuni disordini creati da un detenuto tunisino che per motivi insensati ha prima distrutto la propria cella per poi procurarsi numerosi tagli su tutto il corpo con una lametta da barba. E il decesso di un altro detenuto 50enne Italiano, morto a causa di un malore.

"Il giovane detenuto che ha deciso di togliersi la vita impiccandosi – commenta Olanda – era ristretto nel reparto isolamento da pochi giorni perché in attesa di posto in altra sanzione detentiva. Dal primo momento del suo ingresso nel penitenziario ha sempre mostrato avere un comportamento arrogante e poco collaborativo. Non si conoscono le ragioni del brutto gesto messo in atto che gli ha costato la vita". 

Sono giunti sul posto il Magistrato di Sorveglianza, il Comandante, il Vice Comandante, il Direttore e il Vice Direttore per gli accertamenti del caso. "Negli ultimi tempi, i casi di aggressione e di autolesionismo sono aumentati in tutti i Penitenziari. La Polizia Penitenziaria sta arrivando al capolinea, la carenza di personale legata ad ogni figura professionale, sta cominciando a farsi sentire. E’ giunta l’ora che le Istituzioni – continua Olanda – ci dicano cosa devono essere le carceri oggi, se un Istituto di pena o l’anarchia. Se la Polizia Penitenziaria deve indossare una divisa oppure un camice bianco". 

"Siamo stanchi – prosegue il sindacalista – il Poliziotto deve essere tale, non può essere visto dai detenuti come un semplice operatore. Continueremo a denunciare tutte le ingiustizie e soprattutto vigileremo sulla prossima apertura del nuovo Repartino Psichiatrico presso il carcere, che dovrebbe ospitare alcuni detenuti con varie patologie di natura Psichiatrica". 

"Vigileremo, al fine di evitare che questa tipologia di detenuti vengano lasciati alla sola gestione della Polizia Penitenziaria - che presumibilmente pensiamo che avvenga ogni giorno dopo le ore 14 -, quando il medico psichiatra e l’ infermiere addetti al Reparto, mettono fine al proprio turno di servizio e di conseguenza lasciani i detenuti alle cure del medico di guardia di turno.  Occorrono provvedimenti immediati, prima che le carceri, diventati oramai delle vere polveriere, esplodano improvvisamente".

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Arbitro aggredito a San Basilio, parla l'ex ultrà della Lazio: "Così ho salvato Riccardo Bernardini"

  • Politica

    Roma come Napoli, Grancio con De Magistris: ecco la delibera su "gli orribili non luoghi"

  • Politica

    Raggi, il week end della purificazione: assoluzione e referendum flop rafforzano la sindaca

  • Attualità

    Referendum tpl, il giorno dopo: "Raggi e Meleo indecenti. Atac ancora a rischio fallimento"

I più letti della settimana

  • Roma, terremoto in provincia di Rieti: scossa avvertita nella Capitale

  • Manifestazione contro il razzismo a Roma: strade chiuse e bus deviati

  • Incidente via Portuense: maxi carambola, auto finisce sopra una seconda vettura

  • Referendum Atac, a Roma domenica 11 novembre si vota: tutto quello che c'è da sapere

  • Referendum Atac, i risultati: quorum non raggiunto. Netta l'affermazione del sì

  • Raggi assolta, Di Maio esulta: "I giornalisti infimi sciacalli, cani da riporto di Mafia Capitale"

Torna su
RomaToday è in caricamento