Sparatoria al Tufello: grave un 22enne ferito davanti al mercato coperto

L'agguato la mattina di Pasqua in via Monte Serino. Indaga la polizia, il giovane ricoverato in gravi condizioni al Policlinico Umberto I

Il mercato coperto di via Monte Serino al Tufello (foto Google)

Pasqua di paura al Tufello dove un giovane di 22 anni è rimasto gravemente ferito dopo essere stato vittima di un vero e proprio agguato a colpi di pistola. La sparatoria intorno a mezzogiorno di domenica scorsa quando Davide Centi, romano di 22 anni, è stato raggunto da alcuni colpi di arma da fuoco in via Monte Serino, a due passi dai banchi del mercato rionale del popoloso quartiere del III Municipio Montesacro. Lasciato in terra in gravi condizioni sul posto sono poi intervenuti gli agenti della Squadra Mobile, quelli del del Reparto Volanti ed i poliziotti del commissariato Fidene - Serpentara. 

FERITO AL FIANCO SINISTRO - Arrivati in via Monte Serino gli investigatori hanno constatato la presenza di un giovane ferito al fianco sinistro, identificato poi per il 22enne romano, risultato incensurato. Dai primi accertamenti è emerso che una persona, al momento ignota, dopo aver esploso diversi colpi d’arma da fuoco all’indirizzo della vittima, si è data alla fuga facendo perdere le proprie tracce.

GRAVI CONDIZIONI - La reticenza della vittima nonché delle persone presenti sul posto non ha consentito, al momento, di ricostruire l’esatta dinamica dei fatti nonché di accertare le motivazioni che hanno portato al compimento di tale evento criminoso. La vittima, che nell’immediatezza dei fatti è stata trasportata d’urgenza al Policlinico Umberto I dove è attualmente ricoverata, non è in pericolo di vita ma rischia di perdere l’uso degli arti inferiori. Indagini in corso da parte della polizia.
 

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (6)

  • Tutta Roma in mano alla criminalità organizzata e ai loro lacchè di politici.

  • Il far west a Roma... Bisogna avere paura ad uscire di casa ormai...

    • Beh...non esageriamo, certi agguati maturano esclusivamente in ambienti criminali e per determinati motivi. Chi è onesto e lavora da mattina a sera non è sicuramente l'obiettivo di questa gentaglia.

      • ma che risposta è? si ammazzano per strada fra di loro e quindi gli onesti cittadini non corrono alcun pericolo ?? Assurdo.....

        • La risposta era in controtendenza all'allarmismo personale e ingiustificato della lettrice Moira, che scrive "bisogna aver paura di uscire di casa". Intanto a Roma tutte queste casistiche di feriti o morti ammazzati da "proiettili vaganti" è prossima allo zero, ed inoltre rimane una delle città europee più sicure in quanto a crimini violenti. Leggetevi le statistiche di eurostat http://ec.europa.eu/eurostat/statistics-explained/index.php/Crime_statistics/it

      • Non ci vuole molto ad essere raggiunti da un proiettile vagante E comunque certi soggetti dovrebbero rimanere in galera.

Notizie di oggi

  • Politica

    Campidoglio, protestano contro il M5s: daspo per 25 lavoratori della Multiservizi

  • San Basilio

    San Basilio, fogne rotte e topi nelle case del Comune: esplode la rabbia dei cittadini

  • Cronaca

    Omicidio a Tor Vergata: agguato in strada, 43enne ucciso da quattro colpi di pistola

  • Cronaca

    Alessandrino, prima la rapina poi l'inseguimento. Testimoni: "Spari in strada"

I più letti della settimana

  • Castro Pretorio, 20enne trascinata dietro ai cassonetti e violentata da due uomini

  • Omicidio a Tor Vergata: agguato in strada, 43enne ucciso da quattro colpi di pistola

  • "C'è un uomo con un fucile": scatta l'allarme ma era solo una scopa

  • 25 aprile, tutte le manifestazioni per la Festa della Liberazione

  • Incidente sulla Pontina, carambola tra auto: dopo lo scontro una finisce ribaltata

  • Sale sul tetto di un treno in sosta: 18enne romano muore folgorato

Torna su
RomaToday è in caricamento