Razzismo sui social contro Juan Jesus: la Digos denuncia il tifoso romanista,tre anni di Daspo

L'indagine della polizia dopo la segnalazione da parte della società giallorossa

Il post denunciato dall'As Roma alla polizia

Tre anni di Daspo ed una denuncia per stalking e minacce aggravate da odio razziale. Risalgono al 26 settembre scorso i gravi insulti, diffusi via web, tramite la piattaforma  Instagram, ai danni di Juan Jesus, giocatore dell’AS Roma, da parte di un 36enne originario di Civitavecchia.

“Brutta scimmia demmerda devi sparire da Roma”, “Maledetto scimpanzè”, “Stai meglio al giardino zoologico....”.  Queste, solo alcune delle terribili frasi postate dal profilo “pomatinho” ai danni del difensore brasiliano della Roma. 

La tempestiva e capillare attività d’indagine degli agenti della Digos di Roma ha consentito di individuare il responsabile in tempi brevi.

Nonostante il 36enne non appartenesse a frange della tifoseria organizzata giallorossa, i poliziotti sono riusciti ad identificarlo e quindi a denunciarlo per i reati di stalking e minacce aggravate da odio razziale nei confronti di Nunes Jesus Juan Guilherme.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il 36enne è stato, inoltre, sottoposto a Daspo per 3 anni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus Roma: scuole, eventi, orari di bar e ristoranti. Tutto quello che c'è da sapere

  • Coronavirus, a Roma 38 nuovi casi. Nel Lazio 2505 i contagiati totali, oggi la metà dei morti rispetto a ieri

  • Coronavirus: 2362 positivi nel Lazio, 73 oggi a Roma. D'Amato: "Trend regionale in calo"

  • Coronavirus: a Roma 58 nuovi positivi, 2914 casi nel Lazio. Record di guariti nelle ultime 24 ore

  • Coronavirus: a Roma 54 nuovi positivi, si abbassa il trend dei contagi. Nel Lazio 3095 casi da inizio epidemia

  • Coronavirus, a Roma 75 nuovi casi. Nel Lazio 2295 i contagiati totali, oggi 12 morti

Torna su
RomaToday è in caricamento