Il comico Dado picchiato dall'ex fidanzato stalker della figlia 14enne

La denuncia di Gabriele Pellegrini: "Il bullo dell’istituto scolastico di mia figlia si è espresso nel suo ruolo da bullo"

Gabriele Pellegrini, in arte Dado, in ospedale dopo l'aggressione (foto facebookl Dado)

Picchiato dall'ex fidanzato stalker della figlia 14enne. A denunciare sui social e con un'intervista a Repubblica l'aggressione subita è Gabriele Pellegrini, in arte Dado. Il comico romano racconta di essere stato aggredito dall'ex ragazzo 17enne della figlia adolescente. 

Una denuncia che il comico romano ha reso pubblica anche sulla propria pagina Facebook con una eloquente immagine della ferita conseguenza dell'aggressione subita da parte del 17enne: "48 ore senza dormire di cui 16 al pronto soccorso, ringrazio l’addetto alle pulizie che mi ha rimediato un caricatore per il cellulare per rispondere a tutti - scrive Dado su Facebook -. Ho ricevuto minacce seguite da Un’aggressione. Dopo avere molestato mia figlia in vari modi da circa 7 mesi. Dopo vari provvedimenti inutili da parte della famiglia e della scuola, venerdì sera il bullo dell’istituto scolastico di mia figlia si è espresso nel suo ruolo da bullo". 

Secondo quanto raccontato da Gabriele Pellegrini, dopo la fine della loro storia, il ragazzo non si sarebbe rassegnato, iniziando a perseguitare la figlia di Dado, a scuola e sui social network, minacciandola e offendendola. L’attore aveva cercato di prendere provvedimenti, sia tramite la scuola si attraverso un avvocato e la polizia. 

Poi l’ultimo, violento episodio. I due giovani si erano risentiti perché lui voleva restituirle i regali. Il ragazzo si è presentato poi sotto casa di lei. Le loro grida hanno richiamato l’attore, che si è affacciato intimando al ragazzo di andarsene. Per tutta risposta, questi l’ha sfidato a scendere per battersi con lui.

L’attore a quel punto è sceso, dopo aver chiamato la polizia. Il ragazzo ha tentato prima di investirlo con la sua minicar, poi gli ha sferrato un pugno sul viso dal finestrino. Pellegrini, dopo una notte in ospedale, è andato a sporgere denuncia ai carabinieri, condividendo poi la sua storia (e la foto del viso sanguinante) con Repubblica. 

"Spesso noi comici abbiamo interpretato il bullo o il coatto romano perché sono caricature che fanno ridere – ha detto Gabriele Pellegrini – ma la realtà è più triste”. L'attore, che chiama in causa anche i cattivi esempi dal mondo della tv e della musica, ha poi lanciato un appello: "La maleducazione impera, facciamo qualcosa contro i bulli".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente via Cassia: bus contro un albero, ambulanze sul posto. Ventinove feriti

  • Sciopero generale venerdì 25 ottobre, dai trasporti alla scuola: Roma a rischio caos

  • Weekend a Roma: gli eventi di sabato 19 e domenica 20 ottobre

  • Salvini a Roma: in 40mila in piazza per il leader della Lega. Strade chiuse e bus deviati

  • Incidente sul Raccordo: auto ribaltata allo svincolo Centrale del Latte, Irene cerca testimoni

  • Insegue scooterista e lo travolge con l'auto, poi le minacce: "Se non ti ho ammazzato oggi lo farò domani"

Torna su
RomaToday è in caricamento