Coronavirus: "Pronto soccorso di Tor Vergata chiuso? Una bufala". Negativi tutti i test allo Spallanzani

L'assessore D'Amato smonta una fake news circolata con un audio su Whatsapp. Nessuna chiusura a Tor Vergata, negativo al test uno studente che si era presentato al pronto soccorso

"Sono tutti negativi i test processati oggi presso l'istituto Spallanzani per il COVID-19 compreso quello sullo studente di Tor Vergata che si era presentato al pronto soccorso". Ne dà notizia l'assessore alla Sanità e l'Integrazione Sociosanitaria della Regione Alessio D'Amato. 

"Peraltro - prosegue - sta circolando una fake news circa la chiusura del pronto soccorso di Tor Vergata e il direttore dell'azienda policlinico Tor Vergata presenterà denuncia all'autorità giudiziaria per procurato allarme". 

Il riferimento è a un messaggio vocale Whatsapp circolato ieri di chat in chat. La voce è di una donna: "Purtroppo ho avuto notizia che hanno chiuso pronto soccorso di tor vergata per un caso conclamato di coronavirus. Non ve lo diranno oggi perché è sabato e c'è il carnevale, per non bloccare tutto". Ma a quanto dichiarato ufficialmente dagli enti preposti, è un vero e proprio "fake". 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Una bufala in piena regola, dopo una giornata che ha visto le notizie sulla diffusione del Coronavirus rincorrersi una dopo l'altra. Nel nord d'Italia specialmente, dove sono presenti tre focolai distinti, in Piemonte, Lombardia e Veneto. Notizie e aggiornamenti, positivi, hanno riguardato anche i casi presenti nella Capitale: dall'ultimo bollettino medico emesso dall'istituto Spallanzani infatti si evince che due dei tre pazienti ricoverati, positivi al Covid-19, si sono "negativizzati", ovvero sono guariti. Uno di questi, il ricercatore di 29 anni italiano, secondo quanto riferito dalle Autorità sanitarie, è stato dimesso nella giornata di ieri. Un terzo, la turista cinese che alloggiava insieme al marito in un albergo di via Cavour a gennaio, è però in fase di ripresa. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • “Ho preso il muro fratellì”, l’infrazione costa cara all’ex rapper, patente ritirata ed auto sequestrata

  • Coronavirus, 20 nuovi contagi tra Roma e provincia: 3786 gli attuali casi positivi nel Lazio

  • Coronavirus, a Roma 10 nuovi contagi: sono 3635 gli attuali casi positivi nel Lazio

  • Omicidio suicidio a Roma: uccide la moglie e si spara dopo aver ferito il figlio

  • Coronavirus, a Roma 16 nuovi contagiati: nel Lazio sono 3786 gli attuali casi positivi

  • Coronavirus, a Roma 15 nuovi contagiati: sono 3637 gli attuali casi positivi nel Lazio

Torna su
RomaToday è in caricamento