Incendio al deposito Atac di via Candoni: blitz alla vicina baraccopoli

Sul posto gli agenti della Polizia Locale assieme al comandante Antonio Di Maggio

Controlli della polizia locale alla baraccopoli di via Candoni

Blitz alla baraccopoli di via Candoni dove la scorsa notte un incendio ha distrutto sette bus che si trovano nella vicina rimessa Atac. I controlli sono scattati alle prime luci del giorno. Una cinquantina gli agenti della Polizia Locale intervenuti al campo della Muratella dei gruppi Spe e Gssu. Sul posto anche il comandante del Corpo Antonio Di Maggio e quello del Gruppo Stefano Napoli. 

Nel corso delle verificihe non sono state riscontare particolari irregolarità. Trovate alcune persone prive di documenti che verrano portate al fotosegnalamento per accertare se la loro presenza nella baraccopoli del Municipio Arvalia sia regolare. 

"La polizia locale di Roma Capitale è impegnata in un blitz al campo nomadi di via Candoni a seguito dell’incendio doloso si danni della rimessa Atac di Magliana -  dichiarano il consigliere regionale di Fratelli d'Italia, Chiara Colosimo e Brian Carelli, dirigente romano del partito -. Le numerose segnalazioni da parte delle forze politiche e delle organizzazioni sindacali sono state ignorate per anni. Nella giornata di ieri il sindaco Raggi si è presentata presso il deposito Atac facendo la parte di chi cade sempre dalle nuvole, dopo quattro anni al governo della città". 

Incendio al deposito Atac: il video 

"Possibile che si debba sempre intervenire quando il problema esplode anziché prevenirlo? Il campo non monitorato costantemente anche all’intento rappresenta un pericolo per i lavoratori a seguito di numerosi episodi di lanci di pietre al passaggio dei mezzi e per i continui roghi tossici accessi nel campo. Speriamo  - concludono - almeno questa sia la volta buona per risolvere il problema in modo definitivo, ma siamo poco fiduciosi, sembra solo l’ennesimo spot della Raggi in disperata caccia di consenso”. 

A denunciare l'incendio quale doloso era stata la Sindaca di Roma Virginia Raggi, in visita al deposito Atac il giorno dopo l'incendio: "Un episodio che fa rabbia. Ma sia chiaro, chi voleva spaventarci non ci è riuscito. Noi proseguiamo #AtestaAlta con il lavoro di risanamento di Atac, l’azienda di trasporti pubblica più grande d’Europa. Ovviamente sono scattate le indagini per ricostruire quanto accaduto. Ci auguriamo che i responsabili siano presto individuati e puniti severamente.

"Gli operatori della rimessa Atac - conclude Raggi -  ci riferiscono di ripetuti furti ed episodi di vandalismo: molte testimonianze riferiscono di incursioni notturne da parte di alcuni abitanti del vicino campo rom di via Candoni: gli stessi che più volte si sono resi protagonisti di furto di gasolio nonché del lancio di sassi nei confronti degli autisti e dei bus dell’Atac".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: positivi due minori della stessa famiglia, chiusi ristorante e centro estivo sulla Casilina

  • Temporale Roma, bomba d'acqua e gradinata sulla zona est della Capitale

  • Coronavirus, a Roma 11 casi. In totale nel Lazio 14 nuovi contagi. I dati delle Asl

  • Intervengono per sgomberare un appartamento abitato da un'anziana e trovano deposito d'armi

  • Coronavirus: undici nuovi contagi nel Lazio, chiusi ristorante e centro estivo nella periferia est

  • Coronavirus, a Roma sette nuovi casi: undici in totale nel Lazio

Torna su
RomaToday è in caricamento