"Attenti a Roma": i consigli dei paesi stranieri per difendersi dalla Capitale

Francia, Spagna, Stati Uniti. Dopo il Foreign Office britannico, altri ministeri degli esteri mettono in guardia i turisti da furti, borseggi, cocktail drogati e taxi abusivi

Non solo il Foreign Office inglese che tanto ha fatto infuriare il sindaco Ignazio Marino. I principali paesi del mondo mettono in guardia i propri turisti diretti a Roma: "State attenti". Tanti i pericoli, dagli autobus dove il borseggiatore è sempre dietro l'angolo, alle più svariate truffe: gelati rovesciati addosso per sfilarti il portafogli, bevande drogate per rapinarti, banconote false e taxi abusivi.   

Dalla Francia alla Germania, dagli Stati Uniti al Giappone, non c'è ministero degli esteri che non metta in guardia contro i pericoli della Capitale. E se in altre estati questi consigli potevano essere derubricati a prassi, quest'anno, con la reazione avuta dal primo cittadino contro gli inglesi, è iniziata la caccia ai consigli per difendersi da Roma. 

Guardarsi prima di tutto da furti e scippi. Questo lo consigliano un po' tutti: i cugini d'Oltralpe mettono in guardia dai siti monumentali più frequentati, dalla linea A della metropolitana e dai bus 64 e 40. Poi ci sono i manolesta in agguato sulle spiagge libere (che "tra l’altro sono sporche"). Meglio per il Quay d'Orsay lasciare in albergo gli oggetti di valore, e portarsi dietro pochi contanti e documenti fotocopiati. 

Stessi consigli anche dal Ministerio de Asuntos Exteriores y de Cooperación spagnolo che raccomanda "di prendere precauzioni con oggetti personali, soprattutto nei centri urbani, aeroporti, stazioni ferroviarie, autobus e metropolitana, monumenti e luoghi frequentati da turisti". Occhio anche alle tariffe gonfiate dei tassisti: meglio concordarle prima, specie in aeroporto. 

Per i britannici abbiamo già visto che Roma è pericolosa, non tanto per il livelli di criminalità, che "sono generalmente bassi", ma per quelli di microcriminalità. Furti, borseggi e scippi sì, ma anche rapine con bevande drogate. Il Foreign Office invita gli inglesi a non lasciare cibo e bevande incustoditi: le vittime di cocktail truccati sono state derubate e talvolta aggredite.

Anche agli americani è consigliata prudenza se in visita nella Capitale. Ma negli avvertimenti del Dipartimento di Stato, tra indicazioni veritiere - "la maggior parte dei furti si verifica in luoghi turistici" - spunta anche qualche nota fantasiosa: "I borseggiatori a volte si vestono come gli uomini d’affari". 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Detenuto evaso a Roma: portato al Pertini per un controllo scappa. Caccia all'uomo: elicottero in volo

  • Sistema la spesa in auto e viene centrata da una jeep in retromarcia: morta un'anziana

  • Incidente sul Raccordo Anulare: morto giovane agente immobiliare

  • Metro A, nuova fase dei lavori: per 6 giorni stop tra San Giovanni e Ottaviano

  • Ferragosto a Roma: gli eventi del 15 agosto per chi rimane o si trova in città

  • Donna trovata morta nei boschi: era a Fiumicino per il matrimonio della figlia

Torna su
RomaToday è in caricamento