Narcos a Fiumicino: babbo Natale sbarca all'aeroporto con la cocaina nel pacco regalo

L'Operazione Transit della Guardia di Finanza ha portato al sequestro di 47 chili di droga ed all'arresto di 15 narcotrafficanti

La cocaina nascosta nel pacco di Natale sbarcato a Fiumicino

Un pacco di Natale da sballo dove, al posto del presente, erano nascosti quasi 5 chili di cocaina purissima. La scoperta all'aeroporto Leonardo da Vinci di Fiumicino. Qui, un occasione delle imminenti festività natalizie, i finanzieri del Comando Provinciale Roma, in collaborazione con i funzionari dell'Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, hanno portato a termine l’operazione denominata “Transit”.

L’azione repressiva svolta dal Gruppo Fiumicino della Guardia di Finanza è inquadrata nell’ambito di una complessa attività investigativa finalizzata al contrasto del traffico internazionale di sostanze stupefacenti e ha consentito l’arresto di 15 narcotrafficanti e il sequestro di oltre 40 chilogrammi di cocaina e 7 di eroina.

VIDEO | Narcos a Fiumicino, ecco dove nascondevano la droga 

Tra gli arrestati un “insospettabile” trafficante che cercava di introdurre nel territorio nazionale oltre 4 chili e mezzo di cocaina purissima, ingegnosamente nascosti all’interno di un pacco regalo natalizio.

Il passeggero di nazionalità brasiliana era appena sbarcato a Fiumicino da un volo proveniente da San Paolo (Brasile), e in attesa di proseguire il suo viaggio per Lamezia Terme (Catanzaro), giunto davanti al suo gate d’imbarco, veniva sottoposto a controllo dai finanzieri.

Alle prime domande dei militari il giovane viaggiatore dichiarava di essere venuto in Italia per motivi turistici, palesando inoltre la sua partecipazione ad un torneo internazionale di poker, ma i segni di nervosismo e agitazione mostrati inducevano ad approfondire il controllo.

Narcos Natale aeroporto FMC GDF 2-2

Qualche minuto più tardi, i militari, tra gli effetti personali contenuti all’interno del bagaglio, rinvenivano un pacco regalo per bambini perfettamente confezionato e raffigurante l’immagine di un allegro Babbo Natale. La crescente apprensione del passeggero e l’eccessiva pesantezza del pacco regalo, inducevano i militari, sebbene perplessi dall’idea di rovinare un regalo di Natale per un bambino, all’apertura della confezione. 

Il regalo però celava tutt’altra sorpresa, infatti, dietro l’ingenuità di quel dono, si celavano due panetti contenenti 4 chili e mezzo di cocaina eccezionalmente pura, “presente natalizio” indirizzato al consumo nelle piazze di spaccio nazionali.

L'operazione ha consentito complessivamente di togliere dal mercato illegale circa 180.000 dosi di stupefacente, che avrebbero fruttato oltre 9 milioni di euro. L’attività conferma il proficuo impegno e l’incessante dedizione della Guardia di Finanza di Roma a tutela dei cittadini, per il contrasto ad ogni forma d’illegalità. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente via Cassia: bus contro un albero, ambulanze sul posto. Ventinove feriti

  • Weekend a Roma: gli eventi di sabato 19 e domenica 20 ottobre

  • Salvini a Roma: in 40mila in piazza per il leader della Lega. Strade chiuse e bus deviati

  • Sciopero generale venerdì 25 ottobre, dai trasporti alla scuola: Roma a rischio caos

  • Insegue scooterista e lo travolge con l'auto, poi le minacce: "Se non ti ho ammazzato oggi lo farò domani"

  • Il concorso per lavorare in Senato: ecco come candidarsi

Torna su
RomaToday è in caricamento