A lavoro in fabbrica con cocaina ed hashish, arrestati due operai

I due sono stati sorpresi mentre stava si stavano recando al lavoro nella zona di Villa Adriana, a Tivoli

A lavoro in fabbrica con hashish e cocaina. E' accaduto nella prima mattinata dello scorso venerdì quando i Carabinieri della Sezione Operativa della Compagnia di Tivoli hanno arrestato in flagranza di reato due tiburtini sorpresi nella disponibilità di cocaina, hashish, denaro contante, materiale per pesatura e confezionamento. 

All’alba, nella zona di Ponte Lucano, i militari hanno controllato una Fiat 500 occupata da due uomini di 44 anni. Gli uomini, entrambi operai presso una fabbrica poco distante, si stavano recando al lavoro quando dall’immediato controllo su strada sono stati rispettivamente sorpresi con 20 grammi circa di stupefacente (cocaina e hashish con bilancino elettronico di precisione) e 5 grammi circa di cocaina. 

La successiva perquisizione estesa presso le abitazioni dei fermati, solo per uno dei due, ha permesso di rinvenute e sequestrare ulteriori 115 grammi di cocaina, bilancino elettronico e materiale per confezionamento, nonché la somma in contanti di 15 mila Euro.

Considerando che gli arrestati stavano per cominciare il turno di lavoro con al seguito della droga, i militari hanno proceduto a perquisire anche gli armadietti della fabbrica in uso ai dipendenti. I soggetti sono stati accompagnati agli arresti domiciliari in attesa della “convalida” da parte del Giudice di Tivoli.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Temporale a Roma, bomba d'acqua sulla città: tre stazioni metro chiuse. Strade allagate

  • Sciopero a Roma: lunedì a rischio tram, metro e bus. Gli orari

  • Tragedia a Ostia, muore bimbo di 11 anni: si era sentito male a scuola

  • Weekend dell'Immacolata a Roma: che fare sabato 7 e domenica 8 dicembre

  • Palazzina a rischio crollo: evacuate 24 famiglie a Ciampino

  • 8 dicembre, festa per l'Immacolata e Spelacchio a piazza Venezia: strade chiuse e bus deviati

Torna su
RomaToday è in caricamento