Provano a dargli fuoco mentre dorme in strada, ferito un senza fissa dimora

E' accaduto in piazza di Santa Maria Maggiore. Indagini in corso da parte degli investigatori di Polizia

Immagine di repertorio

Choc a in Centro Roma dove hanno provato a dare fuoco ad un senza fissa dimora. A vivere dei momenti di terrore un 68enne nato negli Stati Uniti d'America, solito stazionare assieme ad un secondo clochard nella zona di Santa Maria Maggiore. Secondo quanto si apprende l'incendio sarebbe stato appiccato da un terzo senzatetto al termine di una lite. 

Fortunatamente l'uomo si è svegliato prima che fosse troppo tardi riuscendo a togliersi i pantaloni andati a fuoco mentre si riparava dal freddo sotto una coperta. Rimasto ferito è stato poi trasportato in ospedale con diverse ustioni sulle gambe. E' accaduto la notte di lunedì scorso all'Esquilino. 

In particolare l'anziano, che vive in strada nella Capitale da decenni, si trovava in compagnia di un secondo senza fissa dimora, un cittadino polacco. I due, che sono soliti dormire e chiedere l'elemosina nei pressi dell'Upim che si trova all'angolo fra piazza di Santa Maria Maggiore e via Gioberti, stavano dormendo sotto alcune coperte  a cui hanno dato fuoco, quando, intorno alle 2:30 della notte, le urla del cittadino statunitense hanno risvegliato anche l'amico. 

Prima di andare a dormire i due avevano avuto un litigio con un terzo 'invisibile', che poi si sarebbe vendicato appiccando il fuoco alla coperta dove aveva trovato riparo dal freddo il 68enne. 

Riuscito a togliersi gli indumenti che avevano preso fuoco, sul posto sono quindi intervenuti gli agenti delle Volanti e del Commissariato Esquilino della Polizia con l'ambulanza del 118 che ha poi trasportato il senzatetto al Policlinico Umberto I, dove lo hanno refertato con 20 giorni di prognosi.

Ascoltati i due amici dagli investigatori del commissariato Esquilino di polizia, la coppia non ha saputo spiegare cosa abbia determinato l'incendio, riferendo loro di una precedente lite scoppiata per futili motivi con un altro senza fissa dimora. 

In corso la visione delle immagini di videosorveglianza della zona a caccia di elementi utili a ricostruire l'accaduto.

Sempre nella Capitale, un altro clochard è invece morto carbonizzato nella serata di giovedì sotto il viadotto Giovanni Gronchi, nel III Municipio Montesacro. Anche in questo caso ci sono indagini in corso da parte della Polizia al fine di comprendere le cause scatenanti dell'incendio che, a differenza di quello accaduto all'Esquilino, ha portato alla tragica morta del senza fissa dimora. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il monopolio di slot machine e scommesse del Re di Roma Nord, smantellato sodalizio dell'ex Banda della Magliana: 38 arresti

  • Il Romanzo Criminale di Primavalle: le confessioni di Abbatino e "Accattone" risolvono 4 omicidi

  • Salvatore Nicitra, il boss con la pensione d'invalidità: così l'ex della Banda della Magliana è diventato il re di Roma Nord

  • Manifestazione contro i vitalizi, Sardine in piazza e Lazio-Inter: bus deviati e strade chiuse nel week end

  • Amazon a Colleferro, ora è ufficiale. 500 posti di lavoro: ecco come candidarsi

  • Incidente in via Tiburtina, scontro tra camion e auto: morto un uomo. Grave il figlio

Torna su
RomaToday è in caricamento