Ciclabile Tuscolana, minacce ai lavoratori del cantiere. Raggi: "Staremo al loro fianco"

Convocata una riunione in Campidoglio per "dare sostegno alla ditta"

Foto facebook Enrico Stefano

Si sono avvicinati a bordo di un motorino intimandogli di andarsene. È la punta dell’iceberg di una scia di pesanti minacce indirizzate ai lavoratori del cantiere per la realizzazione della pista ciclabile lungo la via Tuscolana, attualmente nella zona di Cinecittà. Una violenza verbale che ha convinto la ditta vincitrice dell’appalto a rivolgersi ai carabinieri e a denunciare l’accaduto. “Atti inaccettabili e spregevoli” la condanna della sindaca Virginia Raggi. “Massima solidarietà” le parole dell’assessora alla Mobilità, Linda Meleo. 

Il Campidoglio non resterà a guardare: “Ho voluto convocare urgentemente l’impresa in Campidoglio e assicurare loro tutto il sostegno necessario. La ditta ha sporto regolare denuncia e noi saremo al loro fianco” ha fatto sapere Raggi. Nel corso dell’incontro, la preoccupazione sarà quella di capire come permettere agli operai di lavorare in sicurezza da un lato e dall’altro farei modo che la realizzazione dell’opera non subisca ritardi. “Non ci pieghiamo di fronte a questi atti intimidatori, insieme ai cittadini combattiamo la battaglia più importante: quella contro l’illegalità” ha concluso la sindaca.

“È nostro dovere come amministratori e cittadini condannare intimidazioni di qualsiasi forma che hanno come unico obiettivo quello di minare la convivenza sociale” le parole di Meleo. “Atti che richiedono una risposta ferma e immediata da parte delle istituzioni e una condanna unanime da parte della comunità cittadina. Ricordo che il progetto della ciclabile Tuscolana è pensato per garantire maggiore sicurezza a pedoni e ciclisti, riorganizzando gli spazi, rilanciando le attività commerciali e mettendo fine a fenomeni odiosi come il parcheggio in doppia fila”.

L’opera nei giorni scorsi aveva già suscitato  le proteste dei cittadini, preoccupati per le modifiche alla viabilità del quartiere. “Colgo l'occasione anche per lanciare un invito a lavorare insieme” ha concluso Meleo “evitando polemiche sterili, su un argomento così delicato come la sostenibilità. Un lavoro che deve essere di squadra. Stiamo parlando di salute e di come vogliamo il futuro della nostra città. Temi che richiedono senso di responsabilità ed equilibrio; sui quali siamo sempre aperti al dialogo e ad un confronto civile e democratico”. 

“Purtroppo per questi motivi i lavori stanno subendo ritardi nel proseguimento” ha fatto sapere il presidente della commissione capitolina Trasporti, Enrico Stefàno. “Non ci fermiamo e andiamo avanti per questa che ormai è una battaglia di civiltà e progresso ancora prima che per la mobilità sostenibile. Questi sono gli effetti, ahimè, di chi in questi giorni ha "soffiato sul fuoco" e anziché fare corretta informazione ha preferito cavalcare sterili proteste di pochi che hanno una visione autocentrica della città che nel 2020 è semplicemente fuori dalla storia”. Poi aggiunge: “Dalla foto si evince come il progetto della ciclabile, che comprende la messa in sicurezza delle fermate del Tpl e la realizzazione di nuovi percorsi per i disabili, produrrà enormi benefici anche per chi non è mai salito e mai salirà in sella ad una bicicletta”.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (14)

  • Che gentaccia. Che la violenza sia sempre da condannare non c'è dubbio. Che chi fa i lavori non ha alcuna responsabilità è ancora più ovvio. Che questa gentaccia che si è resa protagonista di questi gesti meriti la galera ugualmente non c'è dubbio. Infine, secondo me, che questa pista ciclabile sia dannosa oltre che inutile è altrettanto ovvio. Chi userà la pista per due soli km che dal nulla porta al nulla? se la pista partisse da Anagnina, punto di scambio, e arrivasse fino almeno a San Giovanni, sarebbe tutta un'altra cosa. Così invece è inutile. E dannosa. C'è un'altra pista ciclabile che dal nulla di via Papiria porta al parco degli acquedotti. Senza fare facile demagogia e parlando solo di fatti, chi abita da quelle parti ha mai visto qualche ciclista su quella pista? A parte i cani che fanno i loro bisogni con i loro padroni maleducati che non portano via gli escrementi, cos'altro ci vedete? Niente. Quanti parcheggi ha portato via quella pista? E adesso ci ritroveremo con via Tuscolana che diventa ancora più stretta alimentando traffico, inquinamento, pericolosità. Sì riempiranno la bocca dicendo di aver fatto la pista ciclabile, che fa molto fashion, molto verde, molto ambientalista. Spero che chi abita in quella zona si ricorderà di questo scempio alle prossime elezioni

  • se avessi scritto viva la patata l'avreste pubblicato?

  • Bravi servi del potere ma5ioso

  • Censura?

  • penso che la ciclabile sia bella ma va lasciato spazio anche a chi deve circolare...non si può togliere tutto quello spazio e lasciare la tuscolana ad una sola corsia,che tra autobus e doppiefile sarà sicuramente un inferno...

  • Mafia? non non esiste

  • Finalmente un'amministrazione che non viene a patti con la mafia.

  • I romani dovrebbero preoccuparsi di non gettare rifiuti e cercare di dare una mano, non contrastare opere utili.. Volete di nuovo le bancarelle? La tripla fila?

  • non hanno protestato " i cittadinI", ma 4 coatti che apparentemente si comportano in maniera mafiosa. avanti così.

  • in una città del genere c'è ancora gente che mi dice che il problema è il sindaco e non i suoi cittadini. meritiamo l'estinzione del genere romano e da romano mi vergogno di quanto succede ogni giorno; viene idolatrata gente che sfascia un commissariato e ragazzi che occupano una scuola al grido di libertà per poi ridurla una fogna. il colmo di tutto è poi qui, dove ci sono persone che preferiscono il traffico e il parcheggio in doppia fila ad una ciclabile.

  • ...favorevole alle ciclabili ma vanno fatte laddove sono sostenibili, purtroppo avete scelto una via che definire un casino è eufemistico...per quanto mi riguarda non avrete più il mio voto

  • Riassumiamo: per qualche decina di ciclisti e prevalentemente nelle giornate soleggiate (lo vorrei vedere il ciclista sulla ciclabile sotto la pioggia), a) si stringe la carreggiata, che comunque sarà soggetta alla doppia fila (voglio vedere anche i VV.UU. prima delle 7 e dopo le 19, oltre che a presidiare di continuo la strada); b) si continua a permettere ad ACEA e Italgas si effettuare continui scavi di cui non viene data informazione né motivazione, anche ripetuti negli stessi punti; c) si continuano ad avere servizi di trasporto pubblici in condizioni critiche (per esempio 5 stazioni metro A chiuse negli stessi giorni e per durata indefinita); d) si continua ad avere un manto stradale sulla Tuscolana e in molte strade limitrofe in condizioni pessime (non risultano annunci di sistemazione); e) si tengono tonnellate di rifiuti in mezzo alla strada perché non si sa come e dove smaltirli... Complimenti vivissimi.

  • L'educazione del romano medio. Se poi viene da Roma Sud peggio ancora.

  • Se vieni minacciato vuol dire che sei nel giusto. Avanti così...testa bassa e lavorare...per Roma!

Notizie di oggi

  • Politica

    Città dell'Altra Economia, il Campidoglio prepara il bando: nel futuro spazio ai maker

  • Cronaca

    Così Carlos ha violentato un'anziana nella casa di riposo. Ed ora si temono altri casi

  • Cronaca

    Largo Preneste, batte la testa in terra dopo la lite: il pittore Umberto Ranieri in fin di vita al Vannini

  • Ostia

    Ostia: Campidoglio piglia tutto, al M5S romano la gestione delle spiagge. "Presidente del X Municipio si dimetta"

I più letti della settimana

  • Sciopero degli studenti per il clima: il 15 marzo in piazza per Friday for Future

  • Ciclista morto sui binari del tram: addio a Valerio Nobili, medico luminare del Bambino Gesù

  • Paura a Grottaferrata: bus Cotral finisce in una scarpata. Sette feriti

  • Borghesiana: sorpasso azzardato con l'auto rubata, cinque feriti. Tre sono gravi

  • "No a perquisizioni razziste sul bus": il cartello sulle pensiline Atac contro le forze dell'ordine

  • Tragedia ad Ardea: bambino di 2 mesi trovato morto in casa, si cerca la madre

Torna su
RomaToday è in caricamento