Dal 1 luglio giù il sipario all'Ambra Jovinelli. "Il Comune intervenga"

Il teatro ha annunciato la chiusura "per problemi tecnici e strutturali". L'appello dei tanti artisti che hanno calcato la scena dell'Ambra: "Se ne faccia carico il Comune"

Cala il sipario dell'Ambra Jovinelli, il noto teatro romano a pochi passi dalla stazione Termini. Il 1 luglio chiuderà dopo più di 2 anni di attività guidata da Officine Culturali che aveva inziato a gestire lo spazio nel dicembre 2010.

L'ANNUNCIO - "A distanza di due anni e mezzo di attività culturali di grande interesse e di grande successo, la società di gestione deve rinunciare alla sua casa artistica per problemi tecnici e strutturali del teatro" è scritto nell'annuncio ufficiale. "Tanti gli artisti, le compagnie, le maestranze e gli spettatori che, solidali, hanno continuato ad animare il teatro nonostante la criticità di alcuni impianti (riscaldamento, argani e parti tecniche da sanare).

Tante le soddisfazioni che hanno premiato il rischio d'impresa di imprenditori che hanno portato, in poco più di due stagioni teatrali, il Teatro Ambra Jovinelli a nuovi splendori. Tanti i volti - scrive infine l'ufficio stampa del teatro dell'Esquilino - che hanno fatto registrare il tutto esaurito: Rocco Papaleo, Stefano Accorsi, Simona Marchini, Claudio Santamaria, Valerio Mastandrea, Andrea Rivera, Nicola Piovani, Ficarra e Picone, Lillo & Greg, Teresa Mannino, Filippo Timi, Leo Gullotta, Alessandro Haber e Alessio Boni".

L'APPELLO - "Spero che il Comune se ne faccia carico. Ogni teatro che chiude è un buco nero in più nella città". Così Serena Dandini commenta all'ANSA la notizia della chiusura a fine stagione dell'Ambra Jovinelli, storico palcoscenico romano di cui è stata direttrice artistica dal 2001 al 2009, riportandolo a tempio della comicità dopo un lungo periodo di chiusura.

"Ora sono sette anni che sono 'fuori' ma mi spiace moltissimo se chiude. Che problemi tecnici e strutturali possono esserci? - domanda leggendo la nota diffusa dall'ufficio stampa del teatro - All'Ambra Jovinelli ho speso 10 anni di lavoro, tutto volontariato, mettendo molta passione e imparando tantissimo. Mi spiacerebbe davvero tanto se tutto quello che è stato fatto lì venisse d'un colpo buttato al vento. Speriamo davvero che il Comune se ne faccia carico".

Pronta la risposta del sindaco all'appello. "L'Ambra Jovinelli è sempre stato una risorsa importante per la città, un teatro amato dai romani, un luogo di cultura in un quartiere centrale e delicato come l'Esquilino. Prenderemo contatto con la proprietà per cercare di trovare una soluzione al fine di evitare la chiusura". Lo afferma il sindaco di Roma, Gianni Alemanno.

Potrebbe interessarti

  • Imprenditrice cinese spende undici milioni di euro per una villa a due passi da Villa Borghese

  • Intolleranza al lattosio: come riconoscerla

  • Sos pancia gonfia, cause e rimedi per combatterla

  • Centrifughe e frullati: eccone 8 da provare nell'estate romana

I più letti della settimana

  • Sciopero a Roma: mercoledì 24 luglio a rischio bus, metro e tram. Gli orari

  • Sciopero: domani 24 luglio stop a metro, bus, treni e taxi. Tutte le informazioni

  • Incidente a Primavalle: si ribalta con la Porsche e scappa lasciando donna agonizzante in auto

  • Metro A, nel week end chiude la tratta tra Colli Albani e Anagnina

  • Incidente Anagnina, perde il controllo della moto: muore 32enne

  • Pistola contro la vittima per rapinarla del Rolex, poi cade in scooter durante la fuga

Torna su
RomaToday è in caricamento