Dal 1 luglio giù il sipario all'Ambra Jovinelli. "Il Comune intervenga"

Il teatro ha annunciato la chiusura "per problemi tecnici e strutturali". L'appello dei tanti artisti che hanno calcato la scena dell'Ambra: "Se ne faccia carico il Comune"

Cala il sipario dell'Ambra Jovinelli, il noto teatro romano a pochi passi dalla stazione Termini. Il 1 luglio chiuderà dopo più di 2 anni di attività guidata da Officine Culturali che aveva inziato a gestire lo spazio nel dicembre 2010.

L'ANNUNCIO - "A distanza di due anni e mezzo di attività culturali di grande interesse e di grande successo, la società di gestione deve rinunciare alla sua casa artistica per problemi tecnici e strutturali del teatro" è scritto nell'annuncio ufficiale. "Tanti gli artisti, le compagnie, le maestranze e gli spettatori che, solidali, hanno continuato ad animare il teatro nonostante la criticità di alcuni impianti (riscaldamento, argani e parti tecniche da sanare).

Tante le soddisfazioni che hanno premiato il rischio d'impresa di imprenditori che hanno portato, in poco più di due stagioni teatrali, il Teatro Ambra Jovinelli a nuovi splendori. Tanti i volti - scrive infine l'ufficio stampa del teatro dell'Esquilino - che hanno fatto registrare il tutto esaurito: Rocco Papaleo, Stefano Accorsi, Simona Marchini, Claudio Santamaria, Valerio Mastandrea, Andrea Rivera, Nicola Piovani, Ficarra e Picone, Lillo & Greg, Teresa Mannino, Filippo Timi, Leo Gullotta, Alessandro Haber e Alessio Boni".

L'APPELLO - "Spero che il Comune se ne faccia carico. Ogni teatro che chiude è un buco nero in più nella città". Così Serena Dandini commenta all'ANSA la notizia della chiusura a fine stagione dell'Ambra Jovinelli, storico palcoscenico romano di cui è stata direttrice artistica dal 2001 al 2009, riportandolo a tempio della comicità dopo un lungo periodo di chiusura.

"Ora sono sette anni che sono 'fuori' ma mi spiace moltissimo se chiude. Che problemi tecnici e strutturali possono esserci? - domanda leggendo la nota diffusa dall'ufficio stampa del teatro - All'Ambra Jovinelli ho speso 10 anni di lavoro, tutto volontariato, mettendo molta passione e imparando tantissimo. Mi spiacerebbe davvero tanto se tutto quello che è stato fatto lì venisse d'un colpo buttato al vento. Speriamo davvero che il Comune se ne faccia carico".

Pronta la risposta del sindaco all'appello. "L'Ambra Jovinelli è sempre stato una risorsa importante per la città, un teatro amato dai romani, un luogo di cultura in un quartiere centrale e delicato come l'Esquilino. Prenderemo contatto con la proprietà per cercare di trovare una soluzione al fine di evitare la chiusura". Lo afferma il sindaco di Roma, Gianni Alemanno.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sciopero a Roma: oggi a rischio tram, metro e bus. Gli orari

  • Scuole chiuse a Roma per maltempo: la decisione del Campidoglio

  • Non rientra a casa e i genitori denunciano la sua scomparsa: trovato morto dopo incidente stradale

  • Five Guys, il colosso americano di burger and fries inaugura a Roma

  • Incidente sul Raccordo Anulare: scontro auto-moto, morto centauro

  • Sciopero a Roma: domani a rischio tram, metro e bus. Gli orari

Torna su
RomaToday è in caricamento