Arrestato China, il transessuale amico di Brenda: era immigrato irregolare

Lo scorso 20 novembre, dopo l'interrogatorio per la morte di Brenda, gli era stato notificato il decreto d'espulsione. Essendo inottemperante, ieri è stato arrestato. Oggi il processo per direttissima

China, uno dei transessuali più in vista in tv e sui giornali dopo la morte di Brenda, è stato tratto in arresto perché inottemperante all’ordine del Questore ad abbandonare il Territorio Nazionale.

Lo scorso 20 novembre China, dopo essere stato sentito dagli investigatori della Squadra Mobile sulla morte di Brenda, era stato accompagnato presso l’Ufficio Immigrazione della Questura dove gli era stato notificato il Decreto di Espulsione e l’Ordine del Questore di abbandonare il Territorio Nazionale entro il 25 novembre ultimo scorso.

Nella giornata di ieri, durante mirati servizi di controllo del territorio predisposti dalla Questura in via Gradoli, via dei Due Ponti e via Pizio Biroli, gli Agenti della Polizia di Stato del Commissariato Flaminio Nuovo, hanno rintracciato China e lo hanno nuovamente accompagnato presso l’Ufficio Immigrazione dove, al termine degli accertamenti di rito, è stato arrestato per inottemperanza all’Ordine del Questore.

China verrà giudicato nella mattinata di oggi con rito direttissimo.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sul Raccordo Anulare, scontro tra auto e moto: morti due giovani di 27 e 20 anni

  • Morto in un incidente sulla Tangenziale est, sbalzato dalla Smart e investito da un pullman

  • La Lazio e la passione per le moto: Finocchio e Borghesiana piangono Daniele, il giovane morto in un incidente stradale

  • Weekend a Roma: gli eventi di sabato 14 e domenica 15 settembre

  • Ragazza impiccata al parco giochi, il ritrovamento dopo una notte di ricerche. Il racconto del custode

  • Ecco il Salario Center: a Roma nord un nuovo centro commerciale

Torna su
RomaToday è in caricamento